Atletica: Grande partecipazione al Gianotrail – Video –

Una bella giornata di sole, tanto fango e grande presenza tutti ingredienti che hanno fatto si che anche la 11° edizione del Gianotrail si sia rivelata un ottimo evento podistico del panorama pontino sempre in massima ascesa con la UISP che coordina un calendario ormai di grande risalto.

L’Atletica Olimpic Marina come sempre ha saputo fare da catalizzatore per la riuscita di una manifestazione che ancora una volta ha attratto presenze di tanti atleti.

La Vittoria è andata a Francesco Mallozzi atleta Formiano ma in forza all’Atletica Ciociara “Antonio Fava” che ha tagliato il traguardo con il tempo di 42 minuti e 14 secondi precedendo di 15″ il vincitore della scorsa edizione e compagno di squadra Ibrahim Fane, terzo gradino del podio per Carraroli Gabriele della società pontina della Fitness Montello.

Per le donne un podio tutto internazionale con la prima classificata CAISALETIN NELLY della Running Evolution al traguardo con il tempo di 59′ e 33 ” sul podio anche Wojtal Agnieszka della Centro Fitness Montello e Brun Maria Belen.

Infine per le società il podio ha visto l’affermazione della Cross Training Italia con 32 atleti al traguardo su 36 partenti, seconda l’Atletica Sabaudia con 24 arrivi su 25 e terza la società Atina Trail Running con 22 arrivi su 25.

La gara ha visto la partenza di 245 persone con 224 arrivati al traguardo tra tanti sorrisi e divertimento per un percorso che non ha risparmiato nulla agli amanti del Trail.

Un ringraziamento particolare lo ha dedicato la Fondazione Vassallo con una dedica ” Affinché Legalità e Giustizia conservino sempre il primo posto nelle nostre Vite.” al Comandante dei Gurdiaparco che quotidianamente si prendono cura dell’ambiente . Così come il Sindaco Pescatore è stato assassinato perchè voleva tutelare il territorio e preservare l’ambiente, un pensiero particolare da parte di un associazione che a stretto gomito opera quotidianamente per farsì che le aree e l’ambiente sia sempre fruibili non solo per alcuni ma per tutti, nel rispetto delle regole e delle biodiversità.

Giuseppe Capuano