Avviati due progetti per piantumare nuovi alberi e rendere Minturno una città green

Il Comune di Minturno ha deciso di partecipare alla manifestazione di interesse per la selezione di progetti relativi alla piantumazione di nuovi alberi ed arbusti nel territorio della Regione Lazio con i Progetti Ossigeno “Minturno, città in fiore” e “Minturno, un olivo per amico”. Con la Delibera n. 18 dell’11 febbraio scorso, assunta dalla Giunta Comunale, presieduta dal Vicesindaco e Assessore all’Ambiente Elisa Venturo, l’Amministrazione ha confermato l’intenzione di rendere sempre più accogliente e confortevole il territorio con la creazione di nuove aree verdi che daranno respiro alla città. I due progetti, all’attenzione della Regione, permetteranno con:

– “Minturno, città in fiore” la piantumazione di 5.720 essenze arbustive sul Lungomare Nazario Sauro di Scauri che entreranno a far parte del Censimento del Verde, presto disponibile anche in formato web-GIS. L’intervento migliorerà sensibilmente il paesaggio e consentirà di mitigare l’inquinamento atmosferico, oltre che di accrescere la biodiversità locale.

“Minturno, un olivo per amico” il rimboschimento urbano con la piantumazione di 90 alberi nei giardini delle scuole dell’infanzia e primarie, individuate secondo le disposizioni nelle aree comuni. La messa a dimora degli ulivi vedrà coinvolti gli scolari che parteciperanno ad una lezione introduttiva e scopriranno i benefici per l’atmosfera e come prendersi cura degli alberi.

“Si tratta di due grandi progetti per Minturno – dichiara l’Assessore Elisa Venturo – Ci permetteranno di rendere sempre più vivibile ed ecosostenibile la nostra cittadina, grazie alla piantumazione di nuovi alberi. Un ringraziamento speciale agli uffici del settore Ambiente che hanno curato l’elaborazione dei due progetti. Da un lato “Minturno, città in fiore”, che popolerà le aiuole del Lungomare scaurese di nuove specie, e dall’altro “Minturno, un olivo per amico”, che coinvolgerà le scuole e valorizzerà la nostra adesione al progetto Città dell’Olio. Le scuole coinvolte avranno un’area verde, un obiettivo da estendere a tutti i nostri istituti che sono sempre più presenti nelle attività di educazione ambientale, grazie agli Eco-Comitati». «La messa a dimora degli ulivi – aggiunge l’Assessore – diventerà un momento ludico-didattico importante, che vedrà partecipare attivamente la comunità scolastica con iniziative connesse, volte a sensibilizzare e responsabilizzare le giovani generazioni verso i grandi temi dell’ambiente. Non meno coinvolgente sarà l’iniziativa sul Lungomare “La Memoria dei Gesti”, con la riscoperta delle antiche tradizioni legate alle inflorescenze. Abbiamo volutamente scelto azioni partecipative per la cittadinanza, da inserirsi nel ricco programma di educazione ambientale che intendiamo portare avanti. Questo non solo diventerà un valore aggiunto per il nostro comune ma ci permetterà di avvicinarci sempre più alla creazione di un polmone verde che darà sollievo alle aree più densamente popolate, migliorerà la qualità dell’aria e favorirà momenti conviviali e di incontro per la comunità, a partire dai più piccoli. L’obiettivo comune – conclude l’Assessore Venturo – è quello di riscoprire il piacere delle attività all’aperto e di alimentare una coscienza civica del bene pubblico e dell’impatto delle nostre azioni sui cambiamenti climatici in atto».