Azione: importante intervento del Governo per l’Agrisolare, opportunitàper la Provinciadi Latina.

Pubblicità

È stato pubblicato in gazzetta il DM 25 marzo 2022 del Ministero delle Politiche Agricole
Alimentari e Forestali contenente agevolazioni in materia di installazione di impianti
fotovoltaici da installare su edifici agricoli provenienti dall’Investimento PNRR “Parco
Agrisolare” compreso nella Componente “Economia circolare e agricoltura sostenibile”,
Missione “Rivoluzione verde e transizione ecologica” del Piano Nazionale di Ripresa e
Resilienza. Provincia di Latina in Azione plaude all’iniziativa: questo decreto si inserisce sul
cambiamento nella strategia governativa in cui l’ambiente, la crisi climatica, la sostenibilità
economica, sociale e territoriale sono imposti come obiettivi prioritari.
L’installazione di impianti fotovoltaici è un’operazione strategica in termini di sostenibilità
ambientale ed energetica, soprattutto in virtù degli ultimi aumenti energetici. Grazie ad un
impianto fotovoltaico si dipenderà di meno dai gestori nazionali di rete elettrica e si potrà
produrre in autonomia l’energia necessaria per soddisfare il proprio fabbisogno.
Come stabilito dal PNRR, il decreto gode di 1,5 miliardi di euro ed è prevista una spesa
massima ammissibile per il singolo progetto pari a 750 mila euro (contributo a fondo
perduto) per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici a uso produttivo nei settori
agricolo, zootecnico e agro industriale.
L’obiettivo principale dichiarato dal Governo è quello di creare e migliorare ogni singola
infrastruttura connessa allo sviluppo, all’adeguamento e all’ammodernamento
dell’agricoltura, l’approvvigionamento e il risparmio energetico utilizzando i tetti degli edifici
per arrivare ad una potenza installata pari ad almeno 375.000 kW nel 2026. Si intende
selezionare e finanziare i progetti che prevedono l’acquisto e la posa in opera di pannelli
fotovoltaici e i progetti destinati alla ricezione ed ospitalità nell’ambito dell’attività
agrituristica. Inoltre, per l’intervento per cui si richiede il contributo, possono essere eseguiti
uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione quali:
● rimozione e lo smaltimento dell’amianto;
● isolamento termico dei tetti;
● realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto,
mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria con la finalità di migliorare il
benessere animale.
Non sono ammissibili alle agevolazione tutte le attività connesse alle seguenti categorie:
● connesse ai combustibili fossili;
● nell’ambito del sistema di scambio di quote di emissione dell’UE;
● connesse alle discariche di rifiuti, inceneritori ecc.
Possono essere considerati soggetti beneficiari coloro che rientrano nelle seguenti
categorie:
● imprenditori agricoli;
● imprenditori dell’agroalimentare;

● cooperative agricole che svolgono attività di coltivazione del fondo, selvicoltura,
allevamento di animali e attività connesse.
Negli ultimi decenni dei governi provinciali c’è stato uno scarso impegno per una strategia di
avanzamento di una strategia nazionale in materia nella quale integrare anche l’agricoltura e
lo sviluppo rurale. Ciò che è stato messo in campo dal Governo è fondamentale per il
comparto agricolo del nostro territorio, un settore strategico e fondamentale per la nostra
Provincia. Oggi il settore agricolo vuol dire anche manutenzione dell’ambiente, non solo
produzione. Le coltivazioni sostenibili sono cruciali per il contenimento della CO2, un
impiego corretto dei fertilizzanti e dei pesticidi è fondamentale non solo per la biodiversità
ma anche per evitare disastri come crolli e inondazioni. A tal proposito l’invito che rivolgiamo
ai Sindaci del nostro territorio è di attivarsi affinché possano perseguire gli obiettivi che lo
stesso Governo pone a livello nazionale.

Provincia di Latina in Azione