Azione: molteplici comuni del territorio in netto ritardo con la redazione del PAESC. Necessario l’intervento della Provincia di Latina.

Pubblicità

Il Gruppo Provincia di Latina in Azione ha presentato una lettera al Presidente della Provincia
Gerardo Stefanelli per porre l’attenzione relativamente al Piano d’azione per l’energia
sostenibile e il clima (PAESC).
Il PAESC è un progetto ambizioso che nasce nel 2015 dalla naturale convergenza di due
iniziative promosse dalla Commissione Europea: il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) del
2008, con l’ambizione di riunire i governi locali impegnati (su base volontaria) a raggiungere
e superare gli obiettivi comunitari su clima ed energia, e il “Mayors Adapt” del 2014,
iniziativa gemella al Patto dei Sindaci che si concentrerà sull’adattamento al cambiamento
climatico.
La nascita del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) ha definito obiettivi
più ambiziosi e ampi, ovvero con la sottoscrizione del Patto dei Sindaci i comuni firmatari si
impegnano a perseguire attivamente l’attuazione dell’obiettivo comunitario di riduzione del
40% delle emissioni di gas serra entro il 2030, ad adottare un approccio integrato per la
mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico e a garantire l’accesso a fonti di
energia sostenibili ed accessibili (con particolare attenzione alla diversificazione delle fonti).
Da uno studio condotto sull’argomento da Alfonso Mauro di Azione (Responsabile dell’area
tematica provinciale “cambiamenti climatici” e membro di Cisterna in Azione) –
confrontando le informazioni pubblicate sul sito istituzionale “Patto dei Sindaci per il Clima e
l’Energia – Europa”, consultabile al link:
https://www.pattodeisindaci.eu/about-it/la-comunit%C3%A0-del-patto/coordinatori/firmata
ri-ass-coord.html?scity_id=11199, risulta che su 33 Comuni della nostra provincia solo 30
hanno sottoscritto il c.d. “Patto dei Sindaci” e che di questi solo 12 hanno presentato il
proprio PAESC ma, senza mai dar seguito alla prevista attività di monitoraggio degli obiettivi
conseguiti.
“L’adesione al Patto dei Sindaci da parte di tutti i comuni della Provincia di Latina e la
successiva elaborazione e presentazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima
(PAESC), è un elemento di massima importanza nell’opera di riduzione delle emissioni di gas
serra, per il contrasto agli effetti derivanti dai cambiamenti climatici e per garantire l’accesso
a un’energia sicura, sostenibile ed accessibile a tutti” spiega Alfonso Mauro, che prosegue:
“Nella lettera indirizzata al Presidente della Provincia, che con il Decreto del Presidente della
Provincia nr. 22 in data 24.03.2015 ha aderito al Patto dei Sindaci in qualità di “Coordinatore
Territoriale del Patto”, chiediamo, nel caso in cui le informazioni disponibili nel sito
istituzionale “Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia – Europa” dovessero essere puntuali, di

adottare tutte le possibili azioni del caso per: sensibilizzare e guidare tutti i Comuni della
Provincia che hanno aderito al Patto dei Sindaci, ma che ancora non hanno presentato il loro
PAESC, a onorare l’impegno preso, ovvero a perseguire gli obiettivi previsti attraverso
l’elaborazione e presentazione del loro PAESC; invitare i 12 comuni che hanno già presentato
il loro PAESC ad eseguire le previste azioni di monitoraggio per verificare gli obiettivi
raggiunti; invitare i Comuni che ancora non abbiano aderito al Patto dei Sindaci a volerlo
sottoscrivere. In questo momento storico, le risorse messe a disposizione dal Piano Nazionale
di Ripresa e Resilienza (PNRR) per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici
rappresentano un’opportunità finanziaria fondamentale e immancabile per la valorizzazione
del PAESC e dei progetti ivi inclusi” conclude il responsabile tematico sui Cambiamenti
climatici.

Provincia di Latina in Azione

Pubblicità