Basket C Naz – Fabiani, ko casalingo con la Vis Nova

I.T.E. Tallini Castelforte

fabianiLa Fabiani Formia esce battuta dalla sfida con la Vis Nova nella settima giornata d’andata del campionato di serie C, una sconfitta figlia di una prestazione opaca da parte della compagine formiana che è apparsa davvero lontana dagli standard ai quali ci aveva abituato nelle ultime prestazioni.

La partenza dei padroni di casa non è proprio delle più brillanti, vuoi per qualche errore di troppo in fase realizzativa, vuoi per la vivacità degli ospiti che trovano con Barraco (per lui anche due stoppate) e Vaiani la via del canestro per portarsi anche avanti di 6 lunghezze. La Fabiani si aggrappa ai centri di Martino (8 punti per lui in cinque minuti)  per restare attaccati ai capitolini e con il passare dei minuti, complice anche qualche correttivo apportato in corsa dal coach Nardone, il distacco tra le due contendenti si va assottigliando fino a quando, a 3 minuti dal termine, sono i padroni di casa a passare avanti sul 20 a 19. Il massimo vantaggio della Fabiani si concretizza a pochi secondi dalla sirena con un + 7 che poi scende a +5 grazie ai due punti di Procacci che chiude la prima frazione sul 28 a 23.

Inizio secondo quarto tutto di marca romano con le triple di Mariani e di Barraco che portano addirittura avanti i capitolini; per i primi punti della Fabiani bisogna attendere circa quattro minuti con la realizzazione di Paggi che riporta la sua squadra a – 3 dagli avversari. Ma è sempre la Vis Nova a menare le danze ed a rimanere avanti nel punteggio con i canestri di  Barraco (10 punti nel secondo quarto) e con alcune ottime giocate difensive sempre del pivot romano. Scodavolpe e Martino sembrano gli unici ispirati in casa Fabiani ed è grazie a loro che la partita resta comunque in bilico fino alla tripla di Caridà che chiude un parziale davvero povero di qualità e di emozioni e manda le due squadre al riposo sul 46 a 44 per la Fabiani.

Nella terza frazione di gioco si inizia da dove avevamo lasciato, ovvero con gli 8 punti in rapida successione di Caridà che consentono alla Fabiani di raggiungere con un +10 il massimo vantaggio, massimo vantaggio che però nel giro di un solo minuto viene dimezzato dai canestri di Napolitano e di Massari. Nonostante il vantaggio, la Fabiani non riesce a giocare con la dovuta tranquillità e con la consueta intensità, finendo per perdere qualche pallone di troppo ed affidarsi a scelte offensive poco prolifiche. I due canestri da sotto di Cicivè portano comunque la Fabiani avanti di 9 punti (63 a 54) quando mancano poco più di due minuti al termine del terzo quarto; ma è un margine che lentamente inizia a scemare fino a risalire e diventare di 7 punti (65 a 58) con il canestro di Scodavolpe proprio sulla sirena.

Spumeggiante l’inizio dell’ultimo parziale con le due contendenti che vanno con estrema facilità a canestro e con la contesa che sale di intensità e di spettacolo. Il distacco tra le due formazioni resta sempre sui 4/5 punti, fino al break piazzato dai ragazzi di Ravaioli che trovano il canestro del pareggio a 6 minuti e 38 secondi dalla conclusione (68 a 68). Qui inizia una nuova partita con la tripla di Caridà ed il canestro di Martino che riportano avanti i formiani di 5 lunghezze, ma è un gap che gli ospiti annullano subito per il 73 pari a meno di quattro minuti dal termine. In un turbinio di emozioni, è poi la Vis Nova a portarsi avanti di 4 lunghezze, lunghezze prontamente annullate dai punti messi a segno da Scodavolpe e Martino; la “bomba” di Napolitano riporta avanti gli ospiti di 2 punti a pochi secondi dal termine, l’errore da 3 di Martino consegna alla Vis Nova la vittoria e i due punti in palio.

Fabiani Formia – Vis Nova Basket Roma:  80 – 83   (28-23/18-21/19-14/15-25)

Fabiani Formia: Caridà 18, Coronini 2, Dias, Porta 4, Paggi 11, Scodavolpe 21, Nardi 4, Martino 16, La Mura, Cicivè 4. All. Nardone.

Vis Nova Basket Roma: Procaccio 8, Bencini, De Bello 4, Mariani 5, Argenti 2, Vaiani 12, Bencini 2, Massari 10, Barraco 21, Napolitano 19. All. Ravaioli.

arbitri: Eugenio Roberti (Rm) – Stefano Tripi (Rm)