Beach Handball: i ragazzi del Gaeta Handball ’84 salpano in Olanda.

I.T.E. Tallini Castelforte

foto beach2Gli uomini di coach Viola pronti all’ennesima esperienza all’estero, per il 6° torneo Ebt di Oosterhout.Ebt,queste sole tre lettere stanno a significare European Beach Handball Tour, ed i ragazzi del Gaeta Handball ’84 conoscono ormai a memoria questa sigla,sia in qualità di organizzatori per essere entrati da diversi anni a far parte di questo prestigioso tour con il Memorial Gianni Buttarelli organizzato tra i vari lidi di Gaeta e giunto al 15° anno di vita proprio quest’anno sia per la mentalità del sodalizio gaetano,ovvero viaggiare si per partecipare a diversi tornei all’estero ma innanzitutto per conoscere il mondo,socializzare,apprendere diversi stili di vita,modi di pensare ed ovviamente immergersi in culture sempre nuove.

Dal 24 al 26 Luglio i gaetani saranno impegnati nella cittadina olandese di Oosterhout,ad un’ora dalla ben più nota Amsterdam, per partecipare ad una delle numerose tappe del circuito europeo del campionato di beach handball per clubs,il 6° Beach Handball Tournament Oosterhout e questa tappa è sicuramente tra le più prestigiose dato l’elevato punteggio,punteggio che per i meno esperti viene assegnato in base ad alcuni criteri ben precisi (tot. di punti per coppia di arbitri europea,10 per il delegato EHF,luci per partite in notturna,speaker durante le gare e così via) al quale la federazione Europea e quindi l’Ehf non è per nulla malleabile e proprio per questo sintomo di serietà e vigore il beach handball in queste ore sta vivendo l’apice della visibilità mondiale in quel di Losanna (Svizzera) dove si è svolta nella giornata di giovedì 16 Luglio un evento dimostrativo davanti al presidente del CIO e del comitato mondiale di pallamano per poter rendere il beach sport olimpico,sport ricordiamo nato proprio nelle zone di Gaeta e sulle isole ponziane con coach Antonio Viola tra i primi fautori di questa disciplina spettacolare. Dunque,grandi emozioni nel pensare agli esordi di questo sport,inizi nel quale proprio coach Viola era impegnato con la nazionale italiana in uno dei primi video dimostrativi in cui si spiegavano le prime regole del beach handball.

Passando all’aspetto più tecnico,la tappa olandese vedrà ben 24 squadre maschili e 16 femminili,più un torneo giovanile soltanto femminile,sicuramente reso possibile grazie alle talentuose ragazze della società organizzatrice divenute le beniamine delle giovani atlete,fresche d’argento all’ultimo europeo per club e campionesse nel 2013 sempre nell’Europeo per Club,che mossero i primi passi in terra straniera proprio sulla cocente e finissima sabbia del litorale di Serapo.

Nella categoria maschile,tanti i nomi di alto calibro,oltre ovviamente ai padroni di casa del Paksoft Camelot: la formazione dell’SC-Ekaterinodar dalla Russia già vincitori del torneo in passato e classificati 3° nel ranking 2014 e vera e propria corazzata,Balonmano Playa Algeciras (freschi vincitori della Balaton Cup e campioni di Spagna),Detono Zagreb (vincitori in carica delle finali europee di club e sei volte campioni d’Europa),i ragazzi del Langose  dalla Slovacchia, Bc Sanddevils Minden dalla Germania e nel 2013 nostri ospiti,i 12 Monkeys Koln ovvero i detentori della coppa Fair play della scorsa edizione,Espoir Sportif De Tunis dalla lontana Tunisia),Huk Outdoor dalla Danimarca mentre per la femminile ovviamente sempre oltre la Paksoft Camelot nonché le attuali vice campionesse d’Europa) e le altre olandesi della Westsite e Us Amsterdam,Gyory Strandkézilabda Club dall’Ungheria e 2° nel ranking 2014,Beachqueens e Wyfelder Sandfrosh dalla Svizzera,Sandmoepste Neerstedt e CAIPIrinhas dalla Germania e le forti croate della Detono Zagreb.

Insomma,ricco parterre e livello ottimo per un torneo che si preannuncia scoppiettante e ricco di esperienza da cogliere al volo per i giovani gaetani,che nell’ultima apparazione nel 2012 arrivarono 15esimi su 20 squadre iscritti e alzarono l’ambitissima coppa fair play al cielo,Fair Play che sta alla base del beach handball,sport che a differenza della pallamano indoor punisce rigorosamente il contatto fisico e ciò rende tutto più spettacolare.

Tutto pronto per il Gaeta Handball ’84,con partenza prevista per la mattina di mercoledì 22 Luglio,serata nell’incantevole Verona con la sua maestosa arena,giovedì 23 si parte alla volta di Oosterhout dove i ragazzi soggiorneranno dal 23 notte al 26 notte,per quattro giorni pieni di sport,socializzazione,divertimento,party players e quant’altro e dove il team di coach Viola incontrerà nuovamente squadre conosciute negli anni e farà nuove conoscenze per pubblicizzare la tappa in quel di Gaeta e salutare i favolosi arbitri che quest’anno hanno caratterizzato il torneo gaetano,quale la coppia italiana formata da Luciano Cardone e Sebastiano Manuele,quella norvegese-serba con Rajko Pavlovic e Svein Storevik e le ragazze dalla Polonia nei nomi di Edyta Jaworska e Anna Kleszcz oltre ad altre coppie di arbitri note a tutti poiché di fama internazionale e incontrate nei vari tornei.

Dopo di ciò classica tappa dell’affascinante Monaco di Baviera per un buon wurstel magari ed una birra fresca locale ed il 28 il rientro in patria.

L’estremo difensore Antonio D’Ovidio,entusiasta di questa nuova esperienza,dichiara: “Siamo orgogliosissimi di poter far parte della famiglia europea del beach handball da diversi anni e per noi partecipare ad una tappa del genere è motivo di grande vanto e soddisfazione poiché a differenza di Gaeta dove lavoriamo nell’ombra e anche se capiamo il momento di crisi globale siamo poco sostenuti dalle istituzioni,tutto il nostro lavoro ed i sacrifici che facciamo per portare Gaeta nel mondo e per poter portare a Gaeta sempre più nazionalità diverse viene riconosciuto e ci invitano per poter ricambiare l’ospitalità ricevuta al nostro torneo. Quest’anno i sacrifici si sono moltiplicati per poter portare a Gaeta arbitri europei e con nomi molto importanti ma ciò è stato possibile soltanto grazie ai legami d’amicizia e stima che ci legano con loro e con la federazione europea,nonostante tutto però sono contento perché abbiamo ricominciato a viaggiare e dopo la Jarun Cup disputata a Zagabria nella quale l’organizzazione croata ci ha decretato campioni della Coppa Fair Play sarà la seconda tappa all’estero e ciò significa formare un nuovo gruppo,conoscere nuove squadre ma soprattutto farci conoscere sempre di più di persona. Al di là di come andrà a livello di risultati, sono eccitato di mettermi in gioco contro giocatori campioni d’Europa e del mondo e contro squadre come i campioni croati,i giganti della Russia,i velocissimi spagnoli e tanti altri poiché è stimolante poter confrontarsi e sfidarsi contro giocatori che possono insegnarti e tramandare certi valori già soltanto vedendoli giocare e ciò sarà molto importante soprattutto per i nostri due giovani under 16 Davide Pantanella e Angelo Uglietta,entrambi classe 2000.

Detto ciò buona estate a tutti,dopo la Croazia noi andiamo in Olanda. Del resto? Le chiacchiere le lasciamo ad altri,noi preferiamo i fatti! Polemica? No,forse soltanto stanchezza per la troppa indifferenza di troppi.

Buona estate a tutti e sempre forza Gaeta Handball ’84 e supportiamo la nostra città.».

Ufficio stampa Gaeta Handball ’84 CUS Cassino

 

I commenti sono bloccati.