Borse di studio “Piccoli Passi” ad Acerra.

Il Paese delle meraviglie a Minturno


piccoli passi1Premiati sei alunni delle scuole di Acerra con altrettante borse di studio dal valore di 250 euro, in 75 hanno partecipato al secondo concorso della Borsa di Studio “Piccoli Passi” organizzata dall’associazione “Piccoli Passi” di Acerra, in collaborazione con la “Rete scolastica per la legalità” ed il Comune di Acerra, rivolta agli alunni dell’ultimo anno di ogni scuola di Acerra. Questa mattina, al Castello Baronale di Acerra, l’emozionante cerimonia di premiazione dei ragazzi che si sono cimentati nelle scorse settimane sul tema “I diritti di madre terra”, in rapporto a criteri di sviluppo sostenibile e valorizzazione di risorse presenti sul territorio sia dal punto di vista culturale che di tradizioni locali. A valutare i compiti è stata una commissione presieduta dal prof. Aniello Montano; alla manifestazione di questa mattina erano presenti anche il Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri, l’Assessore alla Pubblica istruzione Enzo Falco e la dirigente della scuola Capofila Annamaria Criscuolo. Per le scuole primarie hanno ricevuto il riconoscimento Simona Montesarchio del Primo circolo didattico e Antonietta Tanzillo del Secondo circolo didattico, per le scuole secondarie di primo grado le borse di studio sono andate alle alunne Rita Romano e Angela Pipolo della Scuola “Ferrajolo Capasso” mentre per le scuole secondarie di secondo grado riconoscimento a Maddalena Strignano e Martina Ercolanese dell’istituto “De Liguori” di Acerra, ma tutti i 75 partecipanti al Concorso sono stati insigniti da una medaglia d’argento del Comune di Acerra e da un attestato di partecipazione. Il sindaco Raffaele Lettieri ha commentato: «Questa manifestazione vuole essere esempio di come scuola, associazioni e territorio possono collaborare, al fine di avvantaggiare la nostra comunità e focalizzare l’attenzione su voi giovani e sulla vostra formazione. La scuola raggiunge i suoi obiettivi, quando poi ci sono bravi studenti che conseguono risultati eccellenti come voi, e che dimostrano curiosità, interesse, competenza, voglia di apprendere, soprattutto su temi così cruciali per la nostra terra. Voi siete il nostro futuro e voi dovrete essere orgogliosi della vostra terra». La dirigente scolastica Annamaria Criscuolo ha ribadito: «Creare una rete tra Scuola, Associazioni e Comune contribuisce a gettare i presupposti di una rinascita di tutto il nostro territorio. Le riflessioni sui diritti di “madre terra” sono i presupposti per poter migliorare insieme». Il concorso “Piccoli Passi”, infatti, rientra in un più ampio progetto della “Rete scolastica della legalità”, con la scuola capofila “Ferrajolo Capasso” patrocinato dal Comune di Acerra. All’intero progetto hanno aderito 10 istituti scolastici fra scuole elementari, medie e superiori che hanno dato vita, nei giorni scorsi anche al “Maggio dei Monumenti” con oltre 1300 persone che hanno avuto accesso ai monumenti locali, guidate dagli alunni delle scuole.

piccoli passi 3

le3cshop.com