CABARECHT: LA TERZA STAZIONE, altra corsa del Cabaret del Bertolt Brecht.

Domani alle 21 al Teatro Bertolt Brecht altra corsa del Cabaret, l’unico caso in cui il passeggero decide quanto pagare il biglietto.

Una grande locomotiva dove chiunque porta il suo bagaglio e deposita la sua storia, dove è il pubblico a decidere quanto vale lo spettacolo.

Il Cabaret del Bertolt Brecht recupera la sana libertà e democrazia del senso originario del genere al di là delle schermaglie e dellacommercializzazione della tv. Il pubblico, i possibili spettatori, i “comuni mortali” sono i protagonisti della scena, del viaggio, un vero palco aperto a tutti. Chiunque può in un massimo di dieci minuti esibirsi e raccontarsi ma artisticamente. E’ un modo per farsi conoscere, per pubblicizzare un evento o uno spettacolo, un modo per far ascoltare la propria musica, semplicemente un modo per esprimersi. Un’occasione per scambiare il proprio bagaglio.

Altro treno, altra corsa per una delle stagioni di successo del Teatro Bertolt Brecht.