Caccia ai tesori di Anzio

Caccia ai Tesori 3Il giorno 18 ottobre si è svolta, la “Caccia ai tesori di Anzio”, manifestazione di solidarietà organizzata dalla Pro Loco “Città di Anzio” con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e voluta da Aldo e Franca Napoletano in memoria del figlio Giovanni prematuramente scomparso lo scorso anno per un’improvvisa malattia. Alla manifestazione hanno dato entusiastica e preziosa collaborazione dei giovani esploratori dell’AGESCI – sezione Anzio-Nettuno. 150 fra ragazzi e adulti si sono radunati fin dalle 8 del mattino in Piazza Pia per le previste operazioni d’iscrizione, numerazione e compilazione d’opportuna documentazione. Alle 9:30, letto il primo indizio, le 25 squadre sono partite e fino alle 13 hanno dato vita ad un gioioso e allegro andirivieni lungo le strade della nostra città a suon di cruciverba, rebus, indovinelli ed altri giochi enigmistici, per identificare i vari siti di Anzio, più o meno noti (la statua di Nerone, Piazza Nassyria, Paradiso sul mare, Villa Adele, Sanatorio militare e la vecchia sede dell’Italcable sull’Ardeatina, da dove partì il capo telegrafico sottomarino che collegò, nel 1925, l’Italia all’America), dove erano stati allestiti punti di controllo e transito. Al termine della manifestazione, nel cortile della Parrocchia Santi Pio e Antonio, si è tenuto un breve rinfresco con la premiazione delle squadre (composte di 4 concorrenti) classificatesi ai primi tre posti. Ad ognuno dei membri le squadre vincitrici, la Pro Loco ha donato un “Nerone d’Argento”, riproduzione di una moneta d’epoca romana, ed una copia del libro “Anzio ieri, oggi, domani” di Arrigo Cecchini e Benedetto Salesi. Copie dello stesso libro sono state donate anche a tutti gli altri partecipanti alla gara. Un sentito ringraziamento agli sponsor che hanno reso possibile il successo della manifestazione: Anzio Salumi, Pizzeria Palm Beach, Ranucci Bevande, Bontà e Tradizione, Artel Telefonia, Antichi Sapori di Elena Marigliani ed in particolare alla Parrocchia Santi Pio e Antonio, e al Bar dei Graziosi per la disponibilità delle loro strutture. Il ricavato è stato devoluto all’AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro) per espresso desiderio dei genitori del caro Giovanni.Caccia ai Tesori 2

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo

I commenti sono bloccati.