Castelforte: Approvate le richieste di finanziamento per quattro importanti progetti

L’Amministrazione Comunale di Castelforte che sta lavorando a pieno ritmo, nei giorni scorsi, ha presentato altre quattro richieste di finanziamento necessarie alla realizzazione di quattro importanti progetti.

“Sono molto contento di come la squadra di governo del nostro Comune –dice il Sindaco Angelo Felice Pompeo- sta lavorando. Dopo i primi mesi nei quali ci siamo impegnati per riavviare la macchina amministrativa innestando anche nuove risorse umane e riprendere, da dove chi ci ha preceduto aveva lasciato le cose, ora siamo partiti con nuove importanti idee progettuali che, se finanziate, ci consentiranno di dare al nostro territorio una maggiore sicurezza e nuove opportunità di sviluppo”.

Ma quali sono i nuovi progetti che sono stati presentati? A raccontare sinteticamente di cosa si tratta ci pensa l’assessore ai lavori pubblici Francesco Sessa.

“La prima richiesta di finanziamento riguarda la progettazione per il rifacimento di via Pozzillo con bando attinente il rischio idrogeologico. A questo ha seguito il progetto di riqualificazione del Castello Baronale di Suio che prevede lavori di completamento. Questa richiesta è stata presentata con il secondo bando PNRR relativo ai borghi storici e prevede un importo di spesa di € 1.030.000. Il terzo progetto riguarda il potenziamento degli argini del canale in località Rio Grande con bando PNRR relativo al rischio idrogeologico e prevede un importo di spesa di circa € 1.000.000. La quarta richiesta di finanziamento è stata presentata al Consorzio Industriale e attiene ai Patti Territoriali. Si tratta del rifacimento del marciapiede esistente lungo via delle Terme con nuova pavimentazione, impianto di pubblica illuminazione e muretti di cinta alternati a ringhiera in ferro zincata con panchine in pietra per un importo di circa € 950.000. A questi progetti –conclude l’assessore Sessa- si aggiungono quelli già presentati nelle scadenze passate e che vanno a coprire l’intero territorio comunale”.