Castelforte: Approvazione di Bilancio, no compatto dai Consiglieri di minoranza. Il comunicato del Sindaco A. F. Pompeo

A seguito di quanto espresso dal Consigliere Gianpiero Forte di “Liberi per Castelforte” nell’ultima assise del Consiglio Comunale e nel medesimo contesto votato contro l’approvazione del Bilancio in sintonia con gli altri Consiglieri di “Castelforte Futura”, Giancarlo Cardillo, Giuseppe Rosato e Vincenzo Gagliardi si è venuto a creare un regime di compattezza nella minoranza. Un dato importante, un clima politico amministrativo da non sottovalutare all’interno del Palazzo Comunale se si pensa che i voti ottenuti da entrambi gli schieramenti, nelle ultime elezioni comunali sommati superano di non poco quanto ottenuto dalla coalizione del Sindaco Pompeo. Un episodio importante che segue una linea di fermezza compatta e significativa a pochi mesi di governo del sindaco A.F. Pompeo.

Di seguito il Comunicato dell’ufficio stampa del comune di Castelforte

Il consigliere Forte, ancora una volta, dimostra di avere scarsa memoria avendo rimosso che lui stesso, mediante i propri rappresentanti, per ben due anni ha votato favorevolmente all’approvazione dei bilanci della gestione Cardillo che oggi definisce farlocchi, poco attendibili e approssimativi. Addirittura paventa possibili ripercussioni nei confronti degli uffici e degli amministratori che hanno espresso il loro voto favorevole, gettando la croce anche su chi, ascoltando il suo sapiente giudizio e fidandosi ciecamente, in passato ha affermato l’inesistenza di debiti ed ha approvato il bilancio.

Il bilancio che abbiamo approvato nell’ultimo Consiglio Comunale tuttavia rispecchia a pieno quella che è la situazione attuale e qualora dovessero presentarsi situazioni debitorie certe per l’Ente saremo i primi a renderle pubbliche e ad assumerci le nostre responsabilità. Di certo non saremo noi a fare i soliti “giochetti” tanto noti a Forte di rimandare le questioni alle future amministrazioni cosa che ha più volte fatto lui durante la sua gestione. Siamo consapevoli che vi sono diverse situazioni che devono essere chiarite tra le quali le diverse fatture non lavorate dagli uffici negli ultimi anni, anni in cui lo stesso Forte ha fatto parte della maggioranza, e noi abbiamo intenzione di verificare immediatamente la presenza o meno di impegno di spesa. Qualora ci rendessimo conto della mancata copertura finanziaria di queste ultime sicuramente ci prenderemo le responsabilità che i cittadini ci hanno dato e provvederemo a quanto necessario.

Di certo ognuno dovrà assumersi le proprie responsabilità a partire da noi amministratori e fino ai vari capi area che negli anni hanno determinato la possibile situazione debitoria. Come già affermato in Consiglio, sicuramente ci faremo carico delle spese relative alle utenze e alle spese necessarie ma di certo non graveremo il bilancio comunale per mancanze da parte di chi avrebbe dovuto agire in maniera più seria ed oculata e soprattutto rispettare la normativa vigente prima di incaricare ditte o società all’espletamento di servizi o all’affidamento dei lavori.

Al netto di quanto affermato dal Consigliere Forte ci lascia perplessi che i consiglieri comunali esponenti della lista Castelforte Futura si sono associati alla stessa dichiarazione di voto di Forte che, di fatto, critica senza mezzi termini tutta la gestione amministrativa dell’ex Sindaco Cardillo che oggi siede proprio tra i banchi dell’opposizione.

In conclusione, il Consigliere Forte, pur di dimostrare la propria preparazione sui numeri dimentica che quei numeri sono frutto del lavoro degli uffici e delle persone, che hanno fatto in modo che raggiungessimo questo importante risultato e che quindi, a contrario suo, noi ringraziamo con convinzione. Se Forte avesse voluto collaborare avrebbe dovuto farlo nella commissione appositamente convocata dove, invece, la sua unica richiesta è stata quella di potersi accaparrare, come minoranza, la figura del vice presidente.

Gli consigliamo vivamente di scendere dal piedistallo e di calarsi nella realtà in cui viviamo e soprattutto adoperarsi per fornire il proprio contributo con senso di responsabilità, cosa che sono convinto vorrebbero i suoi elettori.