Castelforte: Aumento tariffe di Aqualatina. Il capogruppo Mario Di Bello, in una dichiarazione, non più disposto a firmare documenti a favore di Acqualatina. Il commento del Gruppo Consiliare “Castelforte Futura”

Pubblicità

Pubblicità

Con questo manifesto intendiamo far memoria di quale fu l’approccio dell’amministrazione Cardillo nell’ambito degli Enti gestori di Acqualatina. Un approccio che, come si potrà vedere, è stato sempre rivolto al miglioramento dei servizi e alla tutela dei nostri concittadini; a differenza di quanto fatto dal Sindaco Pompeo nel suo esordio in Assemblea dei Sindaci dove, come ormai ben sappiamo, ha avallato con il suo voto l’aumento delle tariffe.

Ci appaiono, inoltre, fuori luogo e senza cognizione alcuna di causa le dichiarazioni del Capogruppo di Maggioranza Mario Di Bello che, in un articolo pubblicato di recente sulla stampa locale, asserisce che in consiglio comunale non sarà più disposto a votare documenti a favore di Acqualatina.

Ci verrebbe da rispondere che difficilmente il Consiglio Comunale si esprimerà in merito alle questioni riguardanti Acqualatina, in quanto esistono, come il Consigliere Di Bello dovrebbe ben sapere, sedi diverse in cui i Comuni possono esprimere il proprio voto o le proprie rimostranze a tutela dei consumatori.

Se il Capogruppo Di Bello avesse davvero voluto tutelare gli interessi dei cittadini, avrebbe dovuto esternare questa intenzione al Sindaco Pompeo prima che quest’ultimo si esprimesse a favore dell’aumento delle tariffe dell’acqua. Palesare solo oggi questo suo malcontento evidenzia unicamente un atteggiamento poco responsabile e poco rispettoso degli interessi e dell’intelligenza dei cittadini.