Castelforte: Comunicato su polemica della minoranza

Ancora una volta la minoranza lancia le solite accuse gratuite ad un’amministrazione che invece, tra mille difficoltà, non solo è attenta e presente ma che ha l’orgoglio e la presunzione di dire che Castelforte è uno dei pochissimi comuni italiani dove non si è applicata la TARES se non per la parte obbligatoria versata dai cittadini direttamente allo stato. Ma non basta. Castelforte figura tra quei comuni che ha applicato il comodato d’uso gratuito ai fini IMU per le prime case e si vanta di essere il Comune che da più di dieci anni non aumenta la tassa sui rifiuti e tutto ciò proprio grazie ad una accorta politica di bilancio che è stata impostata dagli ultimi sindaci. Lo stesso bilancio 2013, anche grazie all’impegno del Presidente del Consiglio Comunale Gianpiero Forte non ha previsto altri aumenti. Credo che questo stia a dimostrare che l’attuale gestioni e le precedenti, nonostante la crisi che viviamo, siano state veramente eccellenti nel curare il bene dei cittadini e lo hanno fatto senza grandi proclami ma con l’umiltà di lavorare in silenzio sui problemi cercando di affrontarli e risolverli.

In merito alla questione del plesso San Cataldo si torna a ribadire a chiare note, con la speranza che anche la stampa lo sottolinei, che questa amministrazione ed in particolare gli uffici e il delegato all’istruzione Pompeo hanno seguito il problema del mancato funzionamento del riscaldamento intervenendo con tempestività fino alla sua completa soluzione accompagnando le ditte incaricate anche di domenica per essere certi che il tutto venisse fatto bene e rapidamente. Allo stesso modo si ribadisce che la scuola di San Cataldo è dotata di tutte le certificazione di legge relative agli impianti tutti completamente rifatti di recente e che rendono questo plesso uno dei fiori all’occhiello del Comune.

Restando al problema scuola, le minoranze hanno riproposto la questione della pensilina al Petronio che, per prima cosa sarebbe insufficiente per offrire riparo a tutti e in secondo piano, come anche l’ex vice sindaco Cardillo ben sa, la sua installazione creerebbe disagio alla circolazione stradale. Ad ogni buon fine ci adopereremo con la Dirigenza scolastica per trovare soluzioni alternative condivise tra le quali si potrebbe ipotizzare quella di chiedere la collaborazione del personale scolastico al momento dell’uscita.

Circa la situazione dei campetti di San Rocco si conferma di aver prontamente risposto per iscritto alle minoranze e che proprio in questi giorni si sta procedendo nella predisposizione del regolamento per l’affidamento in gestione degli impianti sportivi comunali in modo da assicurare un loro corretto utilizzo.

Tutto questo per dire che se il problema della minoranza è quello di avere un po’ di visibilità allora dovrebbe cercare di collaborare più fattivamente con proposte serie e percorribili e magari sostenere le richieste di contributi e finanziamenti che dobbiamo far crescere se vogliamo, come credo che sia interesse di tutti, offrire speranza di futuro al nostro territorio. Insomma più che di polemiche abbiamo bisogno di collaborazioni tese allo sviluppo e la crescita del territorio.