“Castelforte Futura”. Ci convinciamo ogni giorno di più che l’attuale Amministrazione, non ha la giusta competenza per governare un Paese come Castelforte.

Clicca e scopri i prodotti in vendità

Ci convinciamo ogni giorno di più che l’attuale Amministrazione, non ha la giusta competenza per governare un Paese come Castelforte.
Probabilmente le energie sono maggiormente spese tra il continuo placare delle forti diatribe interne tra chi effettivamente “comanda” e chi cerca di guadagnare visibilità( che evidentemente non ha ) e la continua ( e quanto mai inopportuna) ricerca di tecnici comunali che notiamo provenire dal Comune di Gaeta. Nulla da eccepire ma Solo per citare un cittadino, attento osservatore della politica castelfortese, siamo diventati di fatto una succursale del suddetto comune.
Questa nostre considerazioni originano soprattutto dalla decisione assunta dalla maggioranza di disporre, attraverso due delibere di giunta n°23 e n°34, due anticipi di cassa per un importo totale di 121.581,11 Euro per pagare due lavori, finanziati durante l’Amministrazione Cardillo, e nello specifico la Ristrutturazione e riqualificazione di spazio polivalente ricreativo in località Forma di Suio e la riqualificazione del Giardino Belvedere in località Suio Terme.
La convenzione tra il Comune e il Gal (ente finanziatore) all’articolo 6 indica ,chiaramente, come si può produrre richiesta di anticipo e di acconto. Da ciò ne consegue che evidentemente sarebbe stato sufficiente attenersi a quanto previsto dalla convenzione per evitare inutili anticipazioni di cassa che di fatto riducono la possibilità di utilizzare fondi in favore di altri settori anche in virtù del difficile momento che stiamo vivendo.
Quello che ci sorprende ( in verità neanche più di tanto) è che nonostante la presenza di persone all’apparenza titolate , non si riesca ad approcciare alle faccende amministrative con responsabilità e rigore commettendo errori che rischiano di far precipitare ancora una volta il comune nel baratro economico e finanziario dal quale la passata amministrazione, con sacrificio e competenza, lo avevamo risollevato .
Avevamo già evidenziato con un manifesto pubblico, le tante difficoltà manifestate finora dall’Amministrazione nel settore dei LL.PP.,ma un accenno particolare merita la posa in opera delle isole ecologiche ( altro finanziamento ottenuto durante la passata Amministrazione).
Da quanto ci risulta ci sono enormi difficoltà nel rispettare il progetto iniziale e i tanti errori commessi preoccupano , giustamente, non solo noi ma l’intera cittadinanza .
Un’isola ecologica è stata infatti posizionata presso il cimitero in una zona che secondo le
Indicazioni date all’epoca della progettazione dagli uffici preposti, risultava essere interessata da alcuni vincoli che ne impedivano il posizionamento .

Un’altra isola ecologica era stata invece posizionata nella zona sottostante la villa comunale, strada di accesso ai campi polivalenti peraltro con difficoltà di sosta per gli utenti . Tutto ciò noncuranti di un’area predisposta, mediante apposito intervento,presso il parcheggio comunale sicuramente un’area più adatta allo scopo e poi comoda per gli utenti nonché meno impattante dal punto di vista architettonico.
Solo dopo , numerose proteste da parte di cittadini e rimostranze politiche per le vie brevi , oggi leggiamo l’annuncio che l’isola ecologica verrà riposizionata dov’era stato previsto.
Ci chiediamo: tali isole ecologiche sono state attivate secondo quanto previsto dal bando iniziale? Su questi aspetti chiederemo maggiori informazioni nelle sedi preposte al fine di fugare ogni dubbio in merito.
Paradossale poi risulta essere la altalenanza di giudizi in merito alla faccenda da parte di qualche esponente della maggiornanza che, a seconda delle circostanze, cerca sullo stesso argomento di accaparrarsi i meriti quando i cittadini manifestano apprezzamento e scaricare invece eventuali responsabilità sulla passata amministrazione quando invece si imbatte in qualche critica.
Ricordiamo ad esempio come l’allora responsabile di Forza Italia ,Alessio Fusco, ora Presidente del Consiglio, bolló le suddette Isole Ecologiche come anacronistiche in presenza di un sistema di raccolta porta a porta e pericolose per la possibile nascita di discariche; addirittura veniva messa in discussione la bontà della richiesta di finanziamento alla Regione Lazio.
Ci viene quindi da chiedere all’attuale Assessore ai lavori pubblici :
È convinto che stia svolgendo bene il suo ruolo con la dovuta autonomia di giudizio?
È sicuro che i ritardi e gli errori compiuti in questi mesi siano da addossare alle passate gestioni?
O si tratta di una poca competenza sulla gestione generale ?
Noi, preoccupati per il nostro paese, ci auguriamo una presa di coscienza sulla situazione di stallo e di totale confusione che regna all’interno della macchina comunale e che ci siano da parte della maggioranza delle azioni tali da Consentire di uscire finalmente da questa impasse.

GRUPPO CONSILIARE CASTELFORTE FUTURA
GIANCARLO CARDILLO
GIUSEPPE ROSATO
VINCENZO GAGLIARDI

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/