“Castelforte Futura”. Proposta di parcheggi (rosa), riservati a donne incinte e genitori con figli piccoli sul territorio comunale. I consiglieri di “Castelforte Futura” sorpresi e stupefatti dalle risposte del Sindaco A.F. Pompeo a cui ricordano di essere comunque espressione di volontà popolare

Pubblicità

Leggiamo, con stupore e sorpresa, la risposta sulla stampa da parte del Sindaco Pompeo, al nostro invito alla realizzazione di posteggi riservati a donne incinte e genitori con figli piccoli sul territorio comunale.
Stupore e sorpresa, soprattutto per i toni usati nella risposta che nulla hanno a che fare con un democratico confronto, dato anche il fatto che si tratta di una semplice proposta, peraltro con a margine una disponibilità, sempre da noi manifestata, al confronto franco e corretto nel rispetto dei ruoli.
Ognuno di noi ha ricoperto diversi incarichi amministrativi nel passato più o meno recente ma ciò che è importante è la consapevolezza del ruolo istituzionale che ognuno di noi si trova a ricoprire attualmente.
Se dovessimo riferirci sempre al passato, siamo certi che saranno tante le cose che il Sindaco Pompeo, nei suoi trascorsi quaranta anni di attività amministrativa, avrebbe potuto già realizzare e che invece, speriamo, realizzerà durante questa consiliatura.
Ecco dunque che appare inutile e fuori luogo il continuo riferimento al passato quando, a nostro avviso, è importante invece lavorare oggi per realizzare quanto più possibile per il bene del nostro paese.
Giornalmente riceviamo segnalazioni di criticità, inefficienze e problematiche che esistono sul nostro territorio; tali segnalazioni però vengono con responsabilità filtrate, verificate e, solo se effettivamente necessario, evidenziate al fine esclusivamente di contribuire alla risoluzione delle stesse, proprio perché conosciamo le difficoltà oggettive che possono sussistere.

Forse il Sindaco ignora cosa sia una “campagna social” e lo invitiamo a farci rilievo di qualche nostro intervento fuori luogo o irrispettoso. Siamo anzi contenti che alcuni piccoli problemi da noi evidenziati, sono stati affrontati dall’Amministrazione. Comprendiamo anche che una sovraesposizione mediatica, che peraltro ad oggi non ravvisiamo né da parte nostra né dei cittadini, possa generare un certo risentimento ma purtroppo questa cosa, ai nostri giorni, è insita nel fatto di ricoprire importanti cariche istituzionali, soprattutto nei piccoli centri; è successo in passato e succederà. Noi, dal canto nostro ci sforzeremo sempre di mantenere un civile confronto mai volto alla demagogia e al mancato rispetto delle persone.
Ognuno deve svolgere al meglio il ruolo che gli è stato assegnato e noi conosciamo benissimo cosa significhi essere Maggioranza e Minoranza. Invitiamo il Sindaco ad avere un tono maggiormente rispettoso nei confronti di tutta la Minoranza e ad utilizzare termini e toni che si confanno maggiormente al ruolo da Lui ricoperto. Vogliamo infatti ricordare, qualora ce ne fosse bisogno, che “Cardillo e compagni” come testualmente detto dal Sindaco Pompeo, sono Consiglieri comunali e sono l’espressione di una volontà popolare.
Se lo scopo invece è quello di alzare i toni dello scontro, rassicuriamo il Sindaco che noi, serenamente e senza farci irretire o intimorire, continueremo, con rispetto istituzionale, nella nostra azione di vigile controllo, di ferma e decisa opposizione sui temi che lo richiedono ma anche e soprattutto attraverso una azione propositiva. A noi infatti è dato questo ruolo, al Sindaco Pompeo e alla sua Maggioranza quello di amministrare nel rispetto dei diritti di ogni cittadino castelfortese.
Gruppo consiliare CASTELFORTE FUTURA
Giancarlo Cardillo
Giuseppe Rosato
Vincenzo Gagliardi