Castelforte: “Linea Gustav Fronte Garigliano”. Il Presidente dell’Associazione Giuseppe Caucci delegato del Sindaco in Francia in ossequio di Cerimonie per la celebrazione del 78° Anniversario della liberazione di Castelforte

In contemporanea con la celebrazione del 78° Anniversario della liberazione di Castelforte si è svolta, in Francia, una importante manifestazione alla quale ha partecipato il delegato del Sindaco Giuseppe Caucci, Presidente dell’Associazione Linea Gustav Fronte Garigliano. L’evento promosso e organizzato in Francia ha ricordato la battaglia del Garigliano con riferimento specifico a quella che ha determinato lo sfondamento della Linea Gustav proprio a Castelforte. Presenti molti Sindaci e reduci o famigliari di uomini che hanno preso parte alla Campagna d’Italia della II guerra mondiale alcuni dei quali appartenenti a varie Associazioni di reduci e combattenti che sono già venuti a visitare Castelforte e il Museo della Linea Gustav. Tra gli altri il figlio di un capitano che è entrato a Castelforte nel maggio 1944 il quale ha donato al Museo il “fanion” del reggimento del padre. “Fare memoria di un evento così tragico per la nostra terra e la nostra gente -dice il Sindaco Angelo Felice Pompeo- è davvero molto importante e lo è soprattutto in questo nostro tempo così carico di preoccupazione per la guerra in atto in Ucraina e in altre parti del mondo. Ringrazio il Presidente e delegato Caucci, ringrazio tutti i soci dell’Associazione Linea Gustav Fronte Garigliano per il loro impegno, la loro disponibilità, la loro passione e tutto quello che fanno e faranno ancora.

Finalmente Castelforte può contare su un gruppo forte, maturo e competente che ha riacceso un faro su uno degli eventi, che in maniera impressionante, ha toccato la nostra terra e segnato la vita della gente. In qualità di Sindaco di Castelforte ho voluto inviare agli organizzatori dell’evento in Francia, che, evidenzio, si è svolto su un ponte denominato Garigliano, una targa e ho trasmesso l’invito a venire ancora nella nostra amata terra di Castelforte, terra bagnata dal sangue di giovani vite che hanno combattuto per la libertà e la democrazia e, concludo con le stesse parole che ho pronunciato in Piazza San Rocco nel corso della nostra manifestazione: MAI PIÙ LA GUERRA”.