Castelforte: “Nemmeno il grande Silvan, illusionista italiano di successo –esordisce il Sindaco Angelo Felice Pompeo- avrebbe mai potuto immaginare le giravolte dell’ex Sindaco ed ex consigliere provinciale Giancarlo Cardillo sulla seria problematica del ponte di Maiano.

Clicca e scopri i prodotti in vendità

“Nemmeno il grande Silvan, illusionista italiano di successo –esordisce il Sindaco Angelo Felice Pompeo- avrebbe mai potuto immaginare le giravolte dell’ex Sindaco ed ex consigliere provinciale Giancarlo Cardillo sulla seria problematica del ponte di Maiano. Leggere e ascoltare le sue dichiarazioni di questi ultimi giorni e raffrontarle con quelle che ha ripetuto per mesi (da quando il ponte è stato chiuso) ci fa comprendere il soggetto che abbiamo davanti e che, è bene ricordarlo, è stato sonoramente bocciato alle elezioni e da sindaco uscente ha ricevuto ben 250 voti in meno al sottoscritto su un totale 3000 votanti, un vero abisso. Il suo atteggiamento anche sulla problematica del ponte, -prosegue il Sindaco Pompeo- ci fa ben comprendere una delle infinite ragioni che lo hanno portato a perdere le elezioni. A me sembra che l’ex sindaco Cardillo, ancora una volta, cerca di compiere giravolte e, quel che è peggio, lo fa sapendo di farlo fino al punto di credere che così facendo possa mascherare le sue copiose e, purtroppo per i cittadini, evidenti mancanze ed inefficienze.

Ricordo che il 29 ottobre scorso , insieme al Sindaco di Sessa Aurunca Di Iorio, abbiamo sottoscritto una richiesta al Presidente della Provincia di Latina chiedendo una verifica tecnica in merito alla possibilità che il ponte potesse essere aperto al traffico alternato e consentito alle sole autovetture e motocicli, cosa che si sarebbe potuta fare prima della chiusura del ponte o qualche giorno dopo.

Ebbene l’ex Sindaco Cardillo il giorno dopo questa nostra iniziativa, dichiarò sulla stampa e sui social e lo scrisse anche tra i commenti del post pubblicato dal nostro Comune che “l’argomento è stato ampiamente approfondito dagli uffici competenti e dagli organi politici dell’epoca e, la risposta è stata negativa per opportuni e condivisi motivi di sicurezza …”. Ma non basta, l’ex sindaco Cardillo, scrisse ancora: “questo esito era a conoscenza di chi ha firmato quella richiesta (parlo dell’Amministrazione attuale di Castelforte), pertanto ci sfugge l’utilità di quella richiesta a men che non si sia voluto fare un’operazione tipica della cattiva politica che in gergo si chiama “passerella”. Ma il 9 dicembre, in Consiglio Comunale l’ex Sindaco Cardillo, appreso degli incontri fatti in provincia con l’allora Presidente Vulcano, i tecnici e il Consigliere Regionale Simeone e che si sarebbe disposta una verifica accurata della situazione del ponte attraverso le prove di carico ha iniziato a cambiare versione pur restando scettico e proseguendo con accuse verso di noi fino a giungere, qualche giorno fa, a dichiarare di essere moderatamente ottimista. Oggi, addirittura, cerca di mascherare le sue macroscopiche ed evidenti carenze di gestione politica arrampicandosi sugli specchi. Ma sugli specchi si scivola un’altra volta ex Sindaco Cardillo.

Purtroppo per lui, la situazione è chiara. Ci ha perfino accusato di fare “passerella” mentre noi, con modestia e senso di responsabilità, stiamo solo cercando di governare davvero il nostro Comune e di affrontare le varie problematiche migliorando la vivibilità di tutti. Pertanto attendiamo fiduciosi le risultanze ufficiali delle prove di carico e sulla base del riscontro tecnico accoglieremo quanto ci sarà comunicato. A Cardillo, quindi, consigliamo di essere meno impulsivo e di non trasformare la politica in un palcoscenico calcato da illusionisti”. La verità viene sempre a galla.

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/