Castelforte: Turn-Over che impedisce il regolare funzionamento della macchina amministrativa. Chiesti chiarimenti

Quale gruppo di minoranza non possiamo sottacere la preoccupazione generata dai continui avvicendamenti che stanno interessando figure apicali all’interno degli Uffici Comunali. La macchina amministrativa, inevitabilmente, risente negativamente di questo turn-over che ne impedisce il regolare funzionamento, creando pesanti ripercussioni in termini di efficienza. Ancora non è stato chiarito, tra gli altri, il reale motivo dell’allontanamento della ex segretaria Di Massa che, di fatto, sta creando non pochi problemi al nostro Ente. Al fine di garantire la continuità e la stabilità, fondamentali per il buon andamento dell’apparato amministrativo, sarebbe bastata la reale volontà da parte del Sindaco o di chi per esso, di dare seguito alla importante collaborazione a cui si è rinunciato. Appare difficile spiegare come mai alla ormai ex Segretaria non siano state proposte, per quanto a nostra conoscenza, le stesse modalità e le stesse condizioni che oggi vengono paventate alle varie candidate “a scavalco”. La scelta di rinnovare la fiducia alla dott.ssa Di Massa sarebbe stata sicuramente più conveniente per le casse dell’Ente e avrebbe assicurato, come detto, quella continuità oggi venuta meno, di cui ha sicuramente bisogno un Comune come Il nostro. Alla luce di tali legittimi interrogativi chiediamo al Sindaco di darci quelle delucidazione che tanti cittadini attendono e a cui hanno diritto, sottolineando ancora una volta che, nella consapevolezza dell’importante ruolo affidatoci dagli elettori, continueremo a vigilare sulle scelte amministrative che non ci convincono cercando di dare una reale risposta alle esigenze e necessità dei cittadini. Intanto, registriamo la diffida formulata dal Prefetto, conseguente alla mancata approvazione del Bilancio consuntivo entro il termine del 30 Aprile. Si è provveduto solo all’approvazione da parte della giunta, senza procedere al necessario e dovuto passaggio in commissione. Lo stesso modus operandi è stato adottato quando si è proceduto a decidere sulla intitolazione di strade e aree, sempre senza investire delle questioni la commissione urbanistica. Insomma, una maggioranza che agisce senza rispettare le più elementari norme democratiche e le minoranze consiliari che in termini numerici rappresentano la maggioranza dei cittadini. Una Amministrazione in cui le decisioni sono ormai prerogativa esclusiva dei soliti falchi, mentre tutti gli altri restano spettatori passivi. È chiaro che tutto questo non può essere tollerato ed è nostra intenzione interessare dell’accaduto Sua Eccellenza il Prefetto di Latina. Sono le sorti della democrazia ad essere messe in discussione e noi faremo tutto quanto è in nostro potere per impedire che questo scempio continui, non escludendo decisioni aventiniane che come è noto a tutti, riguardano il periodo più buio della storia d’Italia Gruppo Consiliare CASTELFORTE FUTURA Giancarlo Cardillo Giuseppe Rosato Vincenzo Gagliardi