Dopo di noi: Cinque progetti per favorire l’inclusione sociale

I.T.E. Tallini Castelforte

ATTUALITA’: Presentato questa mattina (17 dicembre n.d.r.) all’interno dell’aula magna dell’Istituto “A. Bianchini” di Terracina i cinque progetti dell’Associazione Demetra, volti allo sviluppo dell’inclusione sociale; un viaggio tra diritti, servizi ed opportunità di lavoro, con uno sguardo al futuro.

I progetti, nati da un’idea dei coniugi Pino Corna e Tiziana Rossi, i quali, tramite la loro Associazione di Promozione Sociale, senza fini di lucro, vogliono favorire i processi di inclusione sociale mediante opportunità di lavoro rivolte soprattutto ai giovani, nonché a disabili e persone svantaggiate, non tramite l’elargizione benefica occasionale, ma attraverso l’avvio di attività che poggino su basi concrete e stabili anche per il futuro.

L’Associazione “DEMETRA”, sostenendo i costi di avviamento, vuole accompagnare i soggetti in un percorso formativo e pratico fino alla realizzazione di strutture idonee all’attività da svolgere con l’obiettivo, terminato il necessario rodaggio, che questa sia in grado di sostenersi finanziariamente attraverso lo sviluppo della capacità gestionale e produttiva degli interessati al progetto.

Cinque progetti da realizzare a Terracina e precisamente: Onoterapia, Laboratorio trasformazione prodotti agricoli locali, Turismo culturale, Scuola in mare, Bottega del riciclo, d’arte e mestieri.

“L’Associazione crede fermamente in quello che fu il pensiero della Montessori –commentano gli organizzatori dei progetti – quando la mano si perfeziona in un lavoro scelto spontaneamente, e nasce la volontà di riuscire, di superare un ostacolo, la coscienza si arricchisce di qualcosa di ben diverso da una semplice cognizione: è la coscienza del proprio valore. Dimostrare “che si può fare” sottrae spazio alla rassegnazione che porta spesso ad accettare compromessi, talvolta con risvolti di illegalità, che vanificano studio, competenze e aspirazioni”.

I progetti hanno ricevuto l’appoggio dell’Istituto Bianchini impegnato nell’alternanza scuola – lavoro e nel progetto di insclusione scolastica volto a riconoscere e valorizzare le diversità di ogni alunno per renderle un punto di forza per la socializzazione e l’apprendimento.

Presenti, inoltre, alla conferenza, il vice Sindaco di Terracina, Dott.ssa Tintari e l’Assessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio, Dott.ssa Visini, che si sono congratulate per i progetti portati avanti, ed hanno confermato la vicinanza dei due enti ad una serie di progetti rivolti ai giovani ed ai soggetti maggiormente disagiati, con la finalità di far crescere un territorio, anche attraverso la valorizzazione di competenze e aspirazioni, troppe volte rimaste inespresse.

di Enrico Duratorre

 

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo