Commissione trasparenza, il presidente Pino D’amici(Fratelli d’Italia) fa il punto della situazione

Si è tenuta il giorno 02 marzo 2022 la Commissione trasparenza convocata dal Presidente, Avv. Giuseppe D’Amici, sull’accordo (atto di transazione per €. 380.000,00) del 12 dicembre 2018, intercorso tra il Comune di Minturno e il CNS soc. Coop. Erano presenti: il presidente e capogruppo di Fratelli d’Italia, Avv. Giuseppe D’Amici, il consigliere di opposizione Massimo Moni, il consigliere di Maggioranza, Avv. Maria Di Girolamo, il responsabile del servizio, dott. D’Elia, e la segretaria Comunale dott.ssa Sparagna.Nel corso dell’adunanza è emersa l’impossibilità di poter visionare tutta la documentazione poiché gli atti sono stati acquisiti dalla Guardia Finanza, sebbene non si conosca l’oggetto delle indagini. L’avv. Pino D’amici, con il consenso degli altri membri della commissione, ha chiesto di acquisire, dall’avvocato incaricato dal Comune nel procedimento sfociato nella transazione, tutti gli atti processuali (decreto ingiuntivo, verbali di causa, pareri, memorie, etc). La seduta è stata aggiornata al 15 marzo 2022, ore 16:00 per l’acquisizione della suddetta documentazione.“Ho convocato la commissione perchè intendevo comprendere le ragioni di una transazione per un importo così elevato e fare chiarezza nella vicenda; nel corso della riunione ho appreso che la transazione è stata stipulata senza la partecipazione dell’avvocato all’epoca incaricato dal Comune di difenderne gli interessi in giudizio e senza un parere del medesimo; all’accordo aveva partecipato, però, l’avvocato del Consorzio, circostanza che mi lascia perplesso, anche perché il nostro codice deontologico (art. 41) è molto rigido e chiaro sul punto prevedendo che “ L’avvocato non deve mettersi in contatto diretto con la controparte che sappia assistita da altro collega. L’avvocato, in ogni stato del procedimento e in ogni grado del giudizio, può avere contatti con le altre parti solo in presenza del loro difensore o con il consenso di questi. Aspetterò di vedere tutte la documentazione per potermi esprimere compitamente sulla questione, avviando, se necessario, tutte le azioni conseguenziali.”.Attendiamo gli esiti della riunione del 15 marzo.