Ponte per Maiano di Sessa Aurunca. Il punto del Presidente della Provincia Carlo Medici e del Sindaco di Castelforte Giancarlo Cardillo

Il Presidente della Provincia di Latina Carlo Medici e il Sindaco di Castelforte Giancarlo Cardillo fanno il punto sullo stato dell’arte rispetto al ripristino della viabilità sul ponte che unisce Castelforte e Sessa Aurunca, la provincia di Latina e quella di Caserta nel tratto della Strada Provinciale 129 Maiano.

Al riguardo Il Presidente Medici e il Sindaco Cardillo, che in questi giorni hanno effettuato vari sopralluoghi insieme ai tecnici della Provincia e del Comune hanno, tra l’altro, esaminato la proposta avanzata dalla Sezione Ucid (Unione Cattolica Imprenditori e Dirigenti) nell’articolo comparso su Latina Oggi del 24/04 u.s, Entrambi hanno sottolineato e apprezzato molto l’interessante soluzione prospettata dalla sezione Ucid (tra l’altro già utilizzata dalla stessa Provincia in occasione della demolizione completa del ponte sul Fiume Sisto a Terracina). Tuttavia nel caso di specie la soluzione non è stata ritenuta ideale in quanto il ponte non va interamente demolito e ricostruito, ma l’intervento previsto riguarda la sola sostituzione dell’impalcato (conservando quindi, previ opportuni interventi manutentivi, le spalle e le pile).

Nel frattempo si è svolto un incontro di coordinamento con il Commissario Prefettizio del Comune di Sessa Aurunca ed il Presidente della provincia di Caserta, Giorgio Magliocca, al fine di coinvolgere tutte le autorità interessate dalla problematica. Sono al vaglio tutte le soluzioni tecniche e l’ipotesi del ponte provvisorio può essere valutata anche se, stante la conformazione ad unica campata del ponte stradale, l’ipotesi più accreditata resta quella della sostituzione dell’impalcato centrale con struttura di sostegno più leggera in acciaio con sovrastante impalcato in calcestruzzo armato.

Sono state acquisite relazioni tecniche progettuali per la quantificazione economica dell’intervento e richiesto alle regioni un supporto economico a copertura delle spese previste che si aggirano sui 2 milioni di euro.

Pertanto, sono già state avviate le procedure necessarie all’espletamento della parte burocratica al fine di velocizzare il bando non appena ottenuta la copertura economica prevista.

Infine il Presidente Medici, nei giorni scorsi, ha già richiesto l’attivazione di un tavolo di concertazione con la Provincia di Caserta per coinvolgere i Presidenti delle due Regioni interessate, oltreché il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, al fine sia di sostenere economicamente l’intervento che di collaborare per evitare inutili duplicazioni di pareri e/o procedimenti.