Concluso con successo il convegno “La violenza domestica”

ATTUALITA’: Sala gremita e pubblico delle grandi occasioni per il convegno organizzato dall’associazione Diritto&Donna dal titolo “La violenza domestica”. Nell’elegante cornice del Club Nautico di Gaeta, il Generale Luciano Garofano, dal 1995 al 2009 comandante del Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Parma, e l’Avvocato Nicodemo Gentile, penalista impegnato da anni in processi a livello nazionale, hanno catturato l’attenzione dei presenti, spaziando dalla violenza domestica, intesa dal punto di vista fisico, psicologico, relazionale ed economico su donne, uomini e bambini, allo stalking, fino ad arrivare al bullismo e al cyberbullismo.

Dopo i saluti del Presidente del Club Nautico, Rino Cassano, del Sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, e del Presidente di Diritto&Donna, Valeria Aprile, alla presenza del Comandante della Tenenza Carabinieri di Gaeta, Tenente Carmine Manzi, e dell’Ispettrice Capo del Commissariato PS di Gaeta, Vittoria Morvillo, il convegno, lungi dal voler rappresentare un monologo dei relatori, si è da subito trasformato in un vero e proprio dibattito, arricchito dalle numerose domande dei partecipanti.

«Quando arriva il diritto – ha precisato il Generale Garofano -, vuol dire che è arrivata una sconfitta. La violenza domestica è un problema soprattutto maschile, che dobbiamo combattere con la prevenzione a partire dai bambini, attuando una sorta di osmosi educativa tra scuola e famiglia. Solo negli ultimi anni l’opinione pubblica si è resa conto di un fenomeno purtroppo ancora sottovalutato, affrontato con una carenza di strumenti e di risorse che non sono proporzionali alla gravità del problema. Convegni come questi sono importantissimi, perché solo in questo modo possiamo incontrarci, confrontarci e verificare cosa ancora possiamo fare. E possiamo fare ancora molto. Agiamo prima che accada».

«Credo che la violenza domestica – ha spiegato l’Avvocato Nicodemo Gentile – sia la forma più subdola di violenza, che spesso, come nei casi di Roberta Ragusa e Guerrina Piscaglia di cui mi occupo, non dà segnali e arriva quando meno te l’aspetti. È molto importante affrontare questi temi e sono sempre disponibile ad apportare il mio contributo, anche perché il mio motto è: il nemico se lo conosci lo combatti meglio. E per conoscerlo, bisogna discutere, parlare e, di conseguenza, conoscere le altre esperienze».

«È stato per noi un onore – ha aggiunto la Presidente di Diritto&Donna, Avv. Valeria Aprile – avere qui a Gaeta due ospiti come il Generale Garofano e il collega Nicodemo Gentile, che hanno accettato con entusiasmo il nostro invito. Vogliamo continuare su questa strada, sensibilizzando la cittadinanza e aiutando ancor di più tutti coloro che subiscono violenza: all’interno della nostra associazione, sita in Corso Cavour 24 ma presente anche su Facebook per un primo contatto, potranno infatti trovare assistenza non solo legale ma anche psicologica. Ci tengo a precisare che la nostra attenzione si rivolge a donne, uomini e bambini, e proprio a quest’ultimi sarà dedicato il nostro prossimo progetto».

Nel corso della serata, moderata dalla giornalista Alessandra Aprile, il Generale Garofano ha inoltre presentato due libri: “I labirinti del male. Femminicidio, stalking e violenza sulle donne: che cosa sono, come difendersi”, scritto con Rossella Diaz, e “La prepotenza invisibile. Bulli e cyberbulli: chi sono, come difendersi”, scritto con Lorenzo Puglisi; due testi in cui, partendo da storie vere, da testimonianze dirette delle vittime e dei loro parenti, si analizzano questi odiosi fenomeni e comportamenti che spesso, anche solo nel giro di pochi secondi, possono rovinare l’intera vita di tante persone.

di Alessandra Aprile

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo