CONSIGLIO LAZIO VOTA MOZIONE RIASSORBIMENTO LAVORATORI EX ALITALIA

Voto favorevole questa mattina, all’unanimità del Consiglio regionale, a favore di una mozione bipartisan con primo firmatario Michele Baldi, capogruppo della Lista Zingaretti, che ha impegnato il presidente della Regione e l’assessore Lucia Valente sulla questione ex Alitalia. “Questa mozione dice qualcosa in più rispetto a quella già votata dal Consiglio” ha tenuto a precisare Baldi ad inizio dibattito, riferendosi all’atto di indirizzo approvato all’unanimità lo scorso 9 ottobre.

Con l’atto di indirizzo – firmato anche da Eugenio Patané (Pd), Riccardo Valentini (Per il Lazio), Luca Gramazio (Pdl), Gianluca Quadrana (Lista Zingaretti), Silvana Denicolò (M5S), Marco Vincenzi (Pd), Davide Barillari (M5S), Francesco Storace (la Destra), Giancarlo Righini (Fratelli d’Italia) e Riccardo Agostini (Pd) – è stata chiesta l’assunzione di ogni iniziativa di mediazione e collaborazione con ministeri, parti sociali e Ipns per il riassorbimento dei lavoratori ex Alitalia in mobilità. In virtù di un emendamento – votato a maggioranza – è stata impegnata “altresì la Giunta ad intervenire sui competenti ministeri al fine di trovare risorse necessarie alla ricollocazione dei lavoratori in mobilità”. La proposta di modifica è stata sottoscritta da Baldi, Vincenzi, Storace, Righini e Denicolò.

Nel corso del dibattito l’assessore Valente ha sottolineato che la delicata situazione coinvolge lavoratori giovani, tutti competenti ed esperti. “E’ giusto occuparsi del loro futuro: deve essere un futuro di ricollocazione nel mondo del lavoro” ha detto.

 

Approvata, sempre all’unanimità, dal Consiglio regionale, anche una mozione che impegna la Giunta ad assumere iniziative “per continuare nell’opera di accelerazione delle procedure di spesa relative al periodo di programmazione 2007-2013 con costante e puntuale verifica dell’efficacia delle misure messe in campo. A definire, nei termini brevi, con il coinvolgimento del Consiglio e delle Commissioni competenti quegli atti di natura programmatoria e/o normativa che sono considerati indispensabili per l’utilizzo delle risorse finanziarie comunitarie, per un ordinato processo di attuazione della programmazione 2014-2020. A garantire coordinamento, unitarietà e integrazione nella fase di programmazione dei fondi strutturali 2014-2020, dotandosi di modalità organizzative ed operative adeguate e di cui la commissione competente dovrà essere tempestivamente informata. Identificare una strategia per le c.d. “Aree interne” della Regione, occasione per introdurre le esigenze particolari dei territori di queste aree in diverse politiche quali quelle per la scuola, la salute e per la mobilità. Valorizzare a livello regionale “l’esperienza avviata a livello nazionale con l’iniziativa “Open Coesione”, con la creazione di “Open data” i dati del monitoraggio dei fondi strutturali, con l’indicazione dei beneficiari finali dei finanziamenti. Ad avviare un raccordo operativo con la Banca europea per gli investimenti. Presentare alla commissione affari comunitari una relazione sugli indirizzi di natura strategica, organizzative e funzionale in ordine alle attività inerenti i Fondi strutturali Europei”.  La mozione è approvata con emendamento proposto da Pietro Petrassi.

L’atto di indirizzo porta le firme di Pietro Petrassi (Cd), Gian Paolo Manzella (Per il Lazio), Daniele Sabatini(Pdl), Mario Abbruzzese (Pdl), Daniela Bianchi (Per il Lazio), Mauro Bruschini (Pd), Silvana Denicolò (M5S),Gaia Pernarella (M5S) e Riccardo Valentini (Pd). 

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo