Cori: PARTE IL PROGETTO STRADA SICURA, LA SICUREZZA STRADALE PARTE DALLA SCUOLA

Il Paese delle meraviglie a Minturno


La prevenzione inizia a scuola. È cominciata la 9° edizione del progetto «Strada Sicura», promosso dall’Assessorato alla Sicurezza del Comune di Cori per il settimo anno consecutivo, in collaborazione con il Corpo di Polizia Locale e l’Istituto Comprensivo Statale «Cesare Chiominto».

“Scopo dell’iniziativa è quello di diffondere la cultura della legalità, della prevenzione e del senso civico partendo dalla sensibilizzazione del mondo della scuola dove si educano i futuri utenti della strada – spiega l’Ass.re alla Sicurezza Ennio Afilani – renderli responsabili della propria condotta, in strada come in tutti gli ambienti pubblici, e consapevoli dell’importanza del rispetto della vita e delle regole permette di arrivare contemporaneamente, sia pur indirettamente, anche agli adulti delle loro famiglie.”

Vi partecipano gli alunni dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e delle classi quarte elementari dei plessi di Cori, Giulianello e Roccamassima che due volte a settimana, per circa due mesi, frequenteranno le 20 lezioni mattutine, tenute dal Maresciallo Lidia Cioeta, del Comando della Polizia Locale di Cori, che ha coordinato e seguito il corso fin dall’inizio.

I principali temi trattati sono il rispetto delle regole, dell’ambiente in cui si vive; la conoscenza e il corretto uso della strada; le norme di comportamento e le riflessioni sull’educazione civica per una convivenza più civile. Il tutto in accordo con il Codice della Strada che, nell’intento di contribuire alla crescita responsabile delle generazioni future, promuove esso stesso la formazione dei giovani in materia di circolazione stradale, nella convinzione che la sicurezza delle persone non può essere garantita solo con la repressione.

Le lezioni si svolgono con modalità interattive e con l’ausilio di strumenti multimediali, sviluppando un percorso educativo in stretta collaborazione con il corpo docente e perciò altamente coinvolgente per i corsisti. Alla fine del ciclo i frequentanti usciranno per strada per mettere in pratica la teoria e dopo aver valutato il loro livello di apprendimento riceveranno un attestato di partecipazione, «La patente dell’utente responsabile».

le3cshop.com