Cori: RESUSHITATI, IL NUOVO LAVORO DEI CARDIOPOETICA

Pubblicità

«Cardiopoetica», il collettivo di poeti e scrittori, originario di Cori, torna sulla cresta dell’onda con una nuova pubblicazione, la seconda, intitolata «Resushitati» (Ed. Il Foglio Letterario) che a breve porteranno in giro in terrà pontina e capitolina con il loro nuovo tour. Venerdì sera, al Caffè del Cardinale di Giulianello, l’assaggio in anteprima assoluta ai numerosi aficionados che ormai li seguono un po’ ovunque.

«Resushitati» è una raccolta poetica, la silloge del trio «Cardiopoetica», composto da Mariano Macale, Fabio Appetito e Marco De Cave. I tre si erano già imposti all’attenzione del pubblico con la prima raccolta poetica «State scherzando, vero?» (Ed. Ensemble). Quest’ultima spopolò grazie al tour che li ha visti protagonisti nella provincia di Latina e di Roma, cavalcando gli eventi più diversi e i posti migliori, dalle librerie ai festival di vario genere.

«Cardiopoetica» infatti non è un gruppo di soli poeti che hanno deciso di scrivere insieme, nel collettivo rivive una sorta di spirito avanguardistico che costituisce una fiorente novità nel panorama letterario italiano. Le loro iniziative sono autentici exploit poetici, come i manifesti letterari attaccati in giro per il paese, per portare la poesia al centro della vita urbana e dell’azione umana. Una poesia antropocentrica, anche nello stile.

Dopo un periodo di apparente inattività, «Cardiopoetica», sulla scia di «Atti poetici in luogo pubblico» e della partecipazione al «Tu qui ci sei», ha lanciato una nuova sfida, compendiata nel volumetto «Resushitati». Il titolo è già di per sé una scommessa, e può essere letto spostando l’accento in varie direzioni, nonché facendo attenzione alla parola «sushi», il tipico piatto giapponese: una poesia take-away, non a portar via, ma che ti porta via.

Pubblicità