Cori: SBANDIERANDO LA CITTÀ D’ARTE IN EUROPA

Sono tornati a casa gli Sbandieratori dei Rioni di Cori, dopo la lunga tournèe estiva in giro per l’Europa. Capostipiti di una scuola unica nel suo genere, hanno sbandierato per circa un mese la città d’Arte, i suoi colori, i suoi stemmi e il suo folklore, in tre diversi Paesi del vecchio continente, tra una quarantina di altri gruppi provenienti da tutto il mondo. L’accoglienza dei giovanissimi coresi, per molti la prima esperienza all’estero, è stata trionfale.

 

Un tour iniziato in Romania. In occasione del Festival Italiano 2013, gli eredi di quei bandierai che tra Medioevo e Rinascimento professavano la nobile arte della bandiera, per la prima volta a Bucarest, si sono esibiti nel centro storico della capitale e poi presso l’Ambasciata d’Italia, tra le eccellenze del Made in Italy, prima di prender parte al Festival Internazionale di Teatro di Sibiu.

 

Debutto anche a Cerveny Kostelec – Repubblica Ceca – dove gli alfieri del folklore corese hanno partecipato al Mezinárodní Folklorní Festival, il più antico d’Europa, con le sue 59 edizioni, sotto l’egida dell’Unesco. Il Sindaco della cittadina ha premiato i Rioni «per la professionalità, l’educazione, la cura dei dettagli durante tutta la permanenza», invitandoli ufficialmente l’anno prossimo per il 60° della manifestazione. Uno «strappo» alla regola dato che gli stessi gruppi vi vengono invitati di nuovo solo dopo quattro anni.

 

Da est a ovest, in Spagna. Ad attenderli gli amici di lungo corso dell’associazione «Abul Beka», organizzatrice delGala Folklórica Internacional de Ronda, uno dei festival storici dell’Andalucia e del C.I.O.F.F. Le acrobatiche e spettacolari coreografie dei maestri dell’arte del maneggiar l’insegna, scandite da rulli di tamburi e squilli di chiarine, non potevano trovare palcoscenico più suggestivo della più antica Plaza de Toros iberica. Ultima tappa degli ambasciatori coresi della bandiera il XXII Encuentro Internacional de Folklore Ciudad de Zaragoza, altra prestigiosa kermesse folkloristica, nel corso della quale hanno ricevuto un altro attestato di benemerenza per «la disciplina, la responsabilità e la professionalità» dimostrate.

 

Nel mezzo gli impegni casalinghi. Dal Carosello Storico alle numerose iniziative provinciali e regionali, passando per la Tenzone Argentea, fino alla prossima trasferta intercontinentale di fine anno che chiuderà il 2013 iniziato con la partecipazione alla Cavalcata dei Magi di Vitoria Calles, nei Paesi Baschi spagnoli.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.