DAL POLO DIDATTICO DI SORA AD AUSCHWITZ: LE ATTIVITA’ DI PSICHE E AURORA PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

Il 27 gennaio una delegazione di studenti dell’Istituto Comprensivo Montessori di Terracina (Lt) è stata in visita ad Auschwitz. Ad accompagnare la delegazione, il professor Mimmo De Rosa, che da ben dieci anni si reca nel campo si sterminio di Auschwitz, patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

L’Istituto ha aderito al progetto “Voci dalla Shoa: gli angeli di Perlasca” della casa editrice Psiche e Aurora di San Donato Val di Comino (Fr). Il progetto permette di approfondire le vicende dell’Olocausto attraverso la straordinaria vicenda di Giorgio Perlasca che nell’inverno del 1944-1945 riuscì a salvare dallo sterminio nazista migliaia di ebrei ungheresi. Le attività prevedono: la lettura del volume Gli angeli di Perlasca di Massimiliano Santini, lezioni frontali di tipo laboratoriale e interdisciplinare (Italiano, Storia, Geografia, Cittadinanza e Costituzione), l’incontro con l’autore, visita guidata a Piana delle Orme (Lt) nel padiglione dell’internamento.

«La scuola – spiega la professoressa Immacolata Odierna, responsabile del Dipartimento Storia/Geografia della Montessori – ha il compito di mantenere saldo il filo della memoria: aiutare le nuove generazioni a conoscere il passato per comprendere meglio il presente e affrontare il futuro in modo più consapevole. Affrontare il dramma della Shoah con le giovani generazioni diventa un compito arduo e difficile , soprattutto nel proporre l’enormità di quanto è successo senza cadere nella banalizzazione né nella trasformazione del ricordo e della memoria in una vuota celebrazione. Quest’anno il dipartimento di lettere ha scelto un’attività trasversale da presentare in tutto il corso dei tre anni di scuola media, attraverso lo studio dei diritti umani e della loro violazione nel corso dei secoli. La Shoah verrà affrontata in modo più approfondito dalle classi terze, e per tale ragione alcune classi hanno scelto di leggere l’ultimo libro di Massimiliano Santini  Gli angeli di Perlasca».

Sempre il 27 gennaio, Psiche e Aurora ha partecipato alla Giornata della Memoria presso l’Aula Magna del Polo didattico di Sora. Hanno dato il loro contributo al dibattito la professoressa Fiorenza Taricone (coordinatrice del Polo didattico), Giacomo Iula (presidente del Consiglio comunale di Sora), Luca Leone (responsabile editoriale della casa editrice Psiche e Aurora), Ermisio Mazzocchi (storico) e in video conferenza il rettore dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, Ciro Attaianese. L’intervento di Luca Leone è stato dedicato al ricordo dei Giusti e di quanti si adoperarono per salvare più vite possibile dallo sterminio nazista. Sono stati ricordati: Giorgio Perlasca, attraverso le testimonianze raccolte dall’Università di Budapest e dalla Fondazione Perlasca; Padre Ernesto Caroli, il cappellano militare che durante l’internamento nei lager tedeschi salvò molte vite e sognava di creare l’Antoniano per servire i poveri “come in un ristorante” e mettere a frutto il talento dei giovani con lo Zecchino d’Oro; gli ebrei stranieri presenti nelle retrovie del fronte di Cassino. Nell’occasione è stato presentato il laboratorio editoriale che la casa editrice Psiche e Aurora svolge nel Polo didattico di Sora e che avrà, tra gli obiettivi, quello di produrre – assieme agli allievi della facoltà di Scienze della Comunicazione – un volume sulla “geografia” degli ebrei stranieri internati in Italia tra il 1938 e il 1945.