DDL IMU, MAIETTA (FDI): CENTO MILIONI REGALATI AI GESTORI DEI GIOCHI D’AZZARDO

“L’abolizione della prima rata dell’IMU è certamente una buona notizia per le famiglie italiane, ma purtroppo non costituirà la “boccata d’ossigeno” di cui tanto si è parlato”.

È quanto ha dichiarato oggi alla Camera Pasquale Maietta, deputato di Fratelli d’Italia, in dichiarazione di voto sul Ddl Imu.

“Non sarà così – ha proseguito Maietta – perché nel frattempo è aumentata l’IVA; non sarà così perché apprendiamo che la prossima legge di stabilità porterà con sé la TRISE, Tassa rifiuti e servizi, che sostituirà l’IMU, la TARES e anche l’istituenda service tax.

Tra le norme contenute nel decreto, è certamente positiva l’equiparazione alle prime case delle abitazioni di proprietà degli appartenenti alle Forze armate che non vi risiedano per ragioni di servizio, come già richiesto da Fratelli d’Italia. Valutiamo con favore anche quanto riferito al rifinanziamento del Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, un tema che Fratelli d’Italia aveva sollevato in Aula.

Quello che invece ancora manca è l’esonero dal pagamento dell’IMU degli immobili strumentali all’esercizio dell’impresa o dell’attività agricola.

Pur con tutti i nostri dubbi, avremmo espresso voto favorevole a questo provvedimento, ma non possiamo, e non vogliamo, renderci complici di un’inspiegabile e ulteriore regalo di cento milioni di euro che questo governo ha dato ai gestori dei giochi d’azzardo, che evidentemente dispongono in questo esecutivo di santi in paradiso, sulla cui identità ci riserveremo di fare chiarezza nel prosieguo della legislatura. Pertanto, annunciamo che esprimeremo un voto di astensione.” ha concluso Maietta.