Eccellenza – Coppa: cuore Formia, Lepanto agganciata sul 3-3!

Formia Calcio CentraDoveva essere un match in grado di dare il polso di ulteriori passi in avanti, ed un Formia rimaneggiato causa squalifiche (Volpe e Villacaro) riesce col cuore a restare in corsa per la qualificazione dal turno preliminare di Coppa Italia di Eccellenza Laziale nel primo match giocato in casa contro la Lepanto.

La sfida tra neopromosse si conclude con un pirotecnico 3-3 figlio di un finale incendiato dalla voglia dei biancazzurri di non uscire dal campo sconfitti. All’80’ infatti lo score era sull’1-3 per gli ospiti, detentori della Coppa Italia di Promozione Laziale 2015-16.

Il Formia, pur tenendo per gran parte del tempo il pallone fra i piedi per i primi 35′, viene punito alla prima vera occasione da Capolei, bravo a insaccare su un calcio di punizione dalla sinistra al 36′ e a replicare con una punizione da zona centrale al 39′. Il doppio svantaggio scuote i biancazzurri, che al 41′ accorciano con Zaccaro ben imbeccato da Di Florio.

La ripresa vede sempre i biancazzurri al timone delle operazioni, ma un suicidio su rimessa in zona offensiva innesca il contropiede di una Lepanto cinica che sembra chiudere il discorso qualificazione sul 3-1 esterno al 67′ (Petrangeli).

I cambi scuotono però le carte in tavola, con Sellitti in particolare che si rivela imprendibile. Al 79′ l’incursione in area del numero 18 è premiata con l’assegnazione del calcio di rigore. Decisione generosa, sulla quale comunque Zaccaro non perdona mettendo a segno il 3° gol in 4 giorni.

All’85’ è ancora Sellitti il protagonista: lancio millimetrico dal centrocampo, l’esterno aggancia alla perfezione, attacca il fondo e mette in mezzo. Più lesto di tutti è Centra, che di piattone insacca il 3-3 proprio sotto la curva di casa.

Quando il pari sembra scritto, Zaccaro ha un’ultima chance staccando alla perfezione di testa negli ultimi secondi del recupero. Il portiere Aniello compie un vero miracolo, con la sfera che attraversa tutta la linea prima di uscire fuori.

Il discorso qualificazione è rimandato al 28 Settembre, quando si giocherà a Marino. Il Formia dovrà fare attenzione ad un 3-3 comunque scomodo ma che per come si era messa la sfida può essere sicuramente guardato come un bicchiere mezzo pieno. Intanto, ha dimostrato ai tifosi una volta di più di avere le qualità per reagire e dimenticare l’esordio di Cassino. La strada, sicuramente, è quella giusta.

 

Formia – Lepanto 3-3 (1-2) [36′ e 39′ Capolei (L), 41′ e 80′ rig. Zaccaro (F), 67′ Petrangeli (L), 85′ Centra (F)]

Formia: Scognamiglio, Scariati, Carfora, Centra, Vitale, Carginale, Cavezza (62′ Sellitti), Leccese, Zaccaro, Maggino (56′ Esposito), Di Florio (77′ Romaniello) A disp: Damiano, Senzio, Gentile, Livigni All. Rosolino

Lepanto: Aniello, Leoni, Del Giudici, Muccini, Amico, Maiolini (78′ Savella), Bianchi, Panella, Petrangeli (83′ Spaziani), Capolei, Davato (75′ Moretti) A disp: Brugnettini, Pansera, Maggi, Zampetti All. Leone

Arbitro: Capone (Cassino)

Assistenti: Palmiero (Latina) – Fratello (Latina)

Ammoniti: Carginale (F), Del Giudici, Maiolini, Capolei, Amico (L)

 

Luca Masiello

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo