Economia del mare, Gaeta guarda al futuro

Gaeta punta sul suo porto per lo sviluppo e la crescita del territorio attraverso le opere infrastrutturali in fase di realizzazione quali interventi che daranno un nuovo slancio all’economia del mare.

“Gaeta – spiega il Sindaco Cosmo Mitrano – per la sua storia, tradizione e vocazione naturale, fonda la sua economia sul mare. Le tante potenzialità, che offre il territorio, diverse nella loro tipologia produttiva, sono tutte accomunate dal fattore originario a cui sono collegate. Compito della nostra Amministrazione – prosegue il primo cittadino – è quello di valorizzare le risorse di cui disponiamo, promuovendo quelle azioni che siano utili alla crescita del territorio. L’economia del mare è una risorsa su cui abbiamo puntato seguendo un modello collaborativo e sostenibile. Il Porto commerciale “S. D’Acquisto” di Gaeta – aggiunge Mitrano – rappresenta un punto di forza non solo della città. Con i suoi circa 1.300 metri lineari di ormeggio, il porto di Gaeta, è una delle più importanti realtà economico-produttive dell’intera Regione Lazio, riuscendo ad ospitare contemporaneamente tra le 6 e le 7 navi di medio/grande tonnellaggio. Soltanto nell’ultimo anno – conclude Mitrano – per Gaeta, inoltre, sono stati stanziati 33milioni di €, fondi europei diretti, che hanno consentito, tra le altre cose, di potenziare il porto commerciale e realizzare una nuova e più funzionale viabilità all’ingresso del Quartiere “La Piaja”. Risposte concrete scaturite anche della proficua sinergia tra il Comune ed Autorità Portuale. Continueremo pertanto a lavorare – conclude Mitrano – affinché il nostro porto sia pronto ad ospitare anche le grandi navi da crociera e passeggeri. In questi anni, infine, attraverso un’attenta e puntuale programmazione, abbiamo rafforzato l’identità turistica di Gaeta, città dalle grandissime potenzialità che punta a conquistare il suo giusto spazio anche nel settore del turismo crocieristico internazionale”.

Gli investimenti infrastrutturali che ridisegnano la viabilità e mobilità nell’area portuale, rappresentano un elemento di forza per la città e per il suo porto. La strada percorsa è quella giusta, così come sottolineato dall’Assessore ai Rapporti con Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale Massimo Magliozzi.

“Come già indicato dal Sindaco Cosmo Mitrano nella conferenza dei servizi – commenta Magliozzi – oggi siamo  nella possibilità di ottenere dall’autorità portuale ulteriori risorse per realizzare un sottopasso che sposti il traffico veicolare pesante. Andremo così a migliorare la qualità della vita dei residenti del quartiere la Piaja, snellendo il traffico in entrata ed uscita della città. Sarebbe opportuno – aggiunge l’Assessore – che l’Authority acquisisse del terreno nell’area ENI per la realizzazione del retroporto da collegare all’area intermodale in località Bevano ed il porto commerciale. I presupposti ci sono e vedono Gaeta assumere un ruolo cardine per lo spostamento di merci su rotaia, gomme e via mare a beneficio di un vastissimo territorio che abbraccia le regioni del centro Italia e soprattutto le province di Latina, Caserta e Frosinone. Sul crocieristico – conclude Magliozzi – stiamo procedendo bene anche grazie all’interessamento del consigliere Pietro Salipante. Dobbiamo, infine, chiudere il cerchio con l’attivazione della linea del freddo che consente al porto “S. D’Acquisto” di movimentare merce alimentare ed ortofrutticola con il Mof di Fondi”.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo