Emergenza Ucraina, Cassino risponde. Ecco come contribuire al piano di aiuti comunale

Clicca e scopri i prodotti in vendità

IL VIDEO APPELLO ALLA CITTADINANZA DEL SINDACO ENZO SALERA

Il Video: https://www.facebook.com/EnzoSaleraSindaco/videos/381533297136830

Alla luce della delicatissima situazione umanitaria che sta investendo la popolazione ucraina in questi giorni, l’Amministrazione comunale ha deciso di attivarsi immediatamente per avviare un piano d’intervento in grado di assicurare, in tempi brevi, aiuti concreti ai civili, come sempre parte lesa di una guerra da condannare senza se e senza ma.

Come tutte d’altronde.

E così, con l’ iniziativa “Cassino Risponde-Emergenza Ucraina”, è stata istituita una cabina di regia presso l’Assessorato alla Coesione Sociale che si occuperà del coordinamento delle attività e dei volontari, con l’importante coinvolgimento della numerosa ed attiva comunità ucraina locale.

Il piano di intervento messo a punto dall’Amministrazione si svilupperà su quattro assi principali:

– raccolta di beni alimentari e farmaci da inviare nelle aree di conflitto;

– accoglienza profughi da ospitare in strutture ed alloggi da individuare sul territorio cittadino;

– assistenza sanitaria e sociale, in particolare per i minori;

– raccolta fondi per finanziare viaggi da e verso l’Ucraina e per l’acquisto di beni di prima necessità;

Per raggiungere tali obiettivi l’Amministrazione ha già avviato un percorso con diverse associazioni del territorio e preso contatto con aziende locali che potranno contribuire alle raccolte (l’Emporio Solidale di via San Marco sarà il centro di deposito e smistamento) e alle necessarie attività di trasporto beni verso le zone di conflitto.

A curare le attività, un gruppo di lavoro “interforze” che vede in prima linea l’Amministrazione, ma anche le tante realtà sociali ed associative che ieri hanno preso parte alla prima riunione di coordinamento, tenutasi nella sala Restagno del Comune, presieduta dal sindaco Enzo Salera, dall’assessore alla Coesione Sociale Luigi Maccaro e dalla presidente del Consiglio Comunale Barbara Di Rollo.

Presenti, oltre a diversi consiglieri ed assessori, molti cittadini cassinati e rappresentanti della comunità ucraina locale, della Cngei, dell’Agesci, dell’associazione Centro dei Diritti, della Caritas, della Casa della Carità, di ExodusCroce RossaAvisDikeEthicaColibrìAzione CattolicaCassino mia 1944 e Parrocchia di San Giovanni.

“La cittadinanza potrà supportare in prima persona l’iniziativa mettendo a disposizione spazi abitativi da impiegare per l’accoglienza delle famiglie colpite dal conflitto – ha tenuto a sottolineare il sindaco Enzo Salera aprendo i lavori -. Assicurare a queste persone una accoglienza dignitosa è per noi una assoluta priorità.  Tutti i nostri concittadini che hanno disponibilità di unità abitative da impiegare a questo scopo, potranno contattare i numeri di telefono dedicati all’emergenza Ucraina (0776.298321 e 298304 e 339.8548529) che abbiamo attivato appositamente. A questi contatti i volontari ed il personale comunale forniranno informazioni utili ed orienteranno le associazioni, le aziende e tutti quei cittadini che a vario titolo vorranno supportare il progetto”.

Per contribuire alla raccolta fondi, si potranno effettuare bonifici sul conto:

 IBAN IT48O0537274370000011001385. ​

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/