Fare Verde Frosinone convoca l’Assemblea Straordinaria di Fare Verde Lazio per il rinnovo delle cariche sociali

Clicca e scopri i prodotti in vendità

Fare Verde Provincia di Frosinone convoca l’assemblea straordinaria degli iscritti di Fare Verde Lazio per il giorno 20 Novembre alle ore 10.00 in prima convocazione e alle ore 11.00  in seconda convocazione presso i locali del ristorante “La Pineta” a Monte San Giovanni Campano per eleggere il nuovo presidente di Fare Verde Lazio e il nuovo direttivo regionale.

La convocazione dell’assemblea straordinaria del 20 Novembre 2022   sostenuta da ben quattro dirigenti nazionali di Fare Verde e da un nutrito numero di iscritti servirà per aprire il “capitolo delle competenze” per Fare Verde Lazio . Un percorso che sarà costruito giorno per giorno a stretto contatto con la popolazione e con le istituzioni scolastiche ma   lontano anni luce dalle logiche  di ogni schieramento partitico. E’ il Dott. Marco Belli  Dirigente Nazionale di Fare Verde a lanciare il monito: L’ Educazione per lo Sviluppo Sostenibile che da anni è in corso con Fare Verde Lazio  deve  continuare con le sue azioni in  difesa  della natura e dell’ambiente  ma deve essere  concepita soprattutto  come un  processo ideologico  trasversale di crescita collettiva, ecologicamente  e socialmente sostenibile con alcuni principi cardine  a  cui non si può rinunciare  come    il NO assoluto al nucleare. In linea  con queste parole   Fare Verde Lazio dovrà avere le competenze necessarie    per accrescere  la sensibilità nei confronti dell’ambiente, dovrà  promuovere  la coscienza critica,  il rispetto delle leggi dello Stato e della Regione Lazio con  il proprio ufficio legale, creare il senso di appartenenza al territorio, l’identità e la partecipazione necessaria ai processi di sviluppo locale , il tutto con una  visione  collettiva  e condivisa  per un futuro sostenibile e per una migliore  qualità della vita .  Fare Verde Lazio non può rinunciare al sociale ed è per questo che   si dovrà proporre   con professionisti competenti per affrontare la crisi  energetica  favorendo la produzione diffusa di energia pulita con le CER (Comunità Energetiche Rinnovabili)  soprattutto  per   contrastare  la povertà energetica di quella parte più fragile  della popolazione . 

Temi in generale su cui  si riflettono le grandi criticità ambientali della Regione Lazio come la pessima qualità dell’aria, il razionamento  idrico perenne in numerosi comuni Laziali,  il sito SIN della Valle del Sacco, la discarica MAD di Roccasecca, l’inceneritore di San Vittore del Lazio, il nuovo inceneritore di Roma,  le discariche piene delle province di  Frosinone , Viterbo di  Latina e quella di Civitavecchia, la depurazione delle acque reflue urbane e industriali, la plastica nel mare,  la discarica di rifiuti tossici “Granciara” ,  i rifiuti interrati dalle associazioni criminali in provincia di Frosinone, i siti per lo stoccaggio delle scorie nucleari nel Viterbese, la  piaga dell’abusivismo edilizio, l’agricoltura  che ormai  è diventata insostenibile con  una perdita economica costante di cui non vuole parlare  nessuno e troppo lungo è l’elenco delle criticità  per la nostra   Regione Lazio che è  ricchissima di beni naturalistici , archeologici , architettonici e paesaggistici  costantemente sotto attacco per cupidigia e vanagloria.

Fare Verde Provincia di Frosinone

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/