Fondi: Presentato il progetto “Dopo di Noi”: sostegno alle persone con disabilità prive di sostegno familiare

Pubblicità

Prende ufficialmente il via nei distretti LT4 ed LT5 il progetto “Dopo di Noi”, il programma di interventi in favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Un percorso che si propone, quindi, di dare risposte, ancor prima che si presenti il problema, alle persone con disabilità in uno dei momenti più critici della loro vita, ossia quello in cui si ritrovano, all’improvviso, senza genitori, tutori o punti di riferimento.

Il progetto, che interesserà ben 16 comuni pontini, è stato ufficialmente presentato presso la sala consiliare del Comune di Gaeta nell’ambito di una conferenza stampa che ha visto sedere sul tavolo dei relatori i referenti del Consorzio Intesa, specializzato nell’assistenza domiciliare.

I presenti hanno sottolineato l’importanza della collaborazione tra enti per la messa a sistema di servizi preziosi e indispensabili per l’intero territorio di competenza. In platea, oltre a giornalisti e operatori dell’informazione, anche tutti coloro che lavoreranno per prendere concretamente possibile il progetto ossia dirigenti, assessori e dipendenti dei servizi sociali, determinati a fare rete per un grande obiettivo comune.

Nel dettaglio il progetto prevede una serie di percorsi volti ad accompagnare, gradualmente, la persona ad uscire dal nucleo familiare d’origine e a conquistare autonomia nella vita quotidiana, domestica ed esterna: dall’igiene alla spesa, dallo svolgimento di piccole commissioni all’inserimento in centri diurni, dall’integrazione in attività sociali alla partecipazione alle attività ludico, sportive o religiose. Il tutto prevedendo anche soluzioni rapide in situazioni emergenziali.

Le linee di intervento del progetto “Dopo di Noi” 

  • Linea di intervento A: percorsi di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine
  • Linea di intervento B: interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni alloggiative
  • Linea d’intervento C: programmi d’accrescimento della consapevolezza e per l’abitazione e lo sviluppo di competenze per favorire l’autonomia e una migliore gestione della vita quotidiana
  • Linea d’intervento D: interventi di permanenza temporanea in una soluzione extra-familiare

I comuni interessati dal progetto

Gaeta, Formia, Minturno, Itri, SS. Cosma e Damiano, Castelforte, Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene (LT5)

Campodimele, Fondi, Lenola, Monte San Biagio, San Felice Circeo, Sperlonga e Terracina (lt4).