Formia Calcio – Il passato chiede l’ennesimo dazio

I.T.E. Tallini Castelforte

ImmagineEvidentemente il passato continua a incidere, creando pesanti grattacapi, in casa Formia Calcio. La conferma si è avuta nella conferenza stampa tenutasi questa mattina allo stadio di Maranola.

Una conferenza voluta fortemente dal presidente Rossini che, con il DG Zangrillo ed il DS Miele, ha portato alla luce una situazione che rischia di minare l’immediato futuro rendendo quasi vani gli sforzi fatti nelle 2 stagioni che la nuova dirigenza ha affrontato al timone dei biancazzurri inseguendo, con successo, l’approdo in Eccellenza.

L’iscrizione al massimo campionato regionale è infatti seriamente a rischio, e le motivazioni sono da individuare – come ascoltabile nella conferenza stampa QUI in versione integrale – nei circa 30.000 € richiesti a titolo di premio di partecipazione per 9 giocatori che nella stagione 2014-2015 hanno militato nella Juniores formiana (ad oggi, ben 7 hanno smesso dopo quell’anno con i soli Scariati e Neri ancora in rosa).

Tanta l’amarezza trapelata durante la conferenza stampa, con parole riportate con fermezza e con l’amara consapevolezza che una soluzione urge al più presto. Entro il 13 luglio l’iscrizione all’Eccellenza va adempiuta nella sua totalità, e la dirigenza ha chiesto tutto il supporto possibile a tifosi ed appassionati al fine di non vanificare quanto fatto finora e superare l’ennesimo ostacolo portato dalle gestioni precedenti. Nella peggiore delle ipotesi, a rimetterci sarebbe la prima squadra mentre si proseguirebbe solo con il calcio giovanile.

Alla luce di quanto ascoltato e riportato sorprende – questo è certo – per tempistica ed entità la richiesta, pur legittima nella sua formulazione. Si resta in attesa di novità, riscontri e reazioni da parte della piazza. Certo è che ci si aspettava di guardare al futuro, pensare al mercato ed ai nuovi obiettivi, mentre ancora una volta il nuovo Formia rimane prigioniero di un passato che proprio non vuol saperne di essere considerato tale.

 

Luca Masiello

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo