Formia: Convocazione di un tavolo intercomunale per la prevenzione degli incendi: lunedì 7 marzo si terrà l’incontro in Sala Sicurezza con le associazioni del territorio e i rappresentanti degli altri Comuni del comprensorio

Nella giornata odierna il sindaco Gianluca Taddeo e l’assessore all’Ambiente Eleonora Zangrillo hanno inviato una lettera ai sindaci del comprensorio per chiedere urgentemente la convocazione di un tavolo intercomunale per la prevenzione degli incendi. Una missiva che fa seguito all’audizione della XII Commissione Regionale – Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione – avente ad oggetto il “Contrasto incendi territori Monti Aurunci Formia e Ventotene” – alla quale erano presenti l’Ente Parco Regionale dei Monti Aurunci, le Direzioni Regionali della Protezione Civile, dell’Arsial e dell’ Ambiente e diverse associazioni del territorio.

“Durante la riunione della commissione – afferma l’assessore all’Ambiente Eleonora Zangrillo –  sono stati discussi diversi temi, che riguardano la tecnica del fuoco prescritto, un fuoco controllato, la realizzazione delle cisterne di raccolta acqua, il catasto delle aree incendiate al Piano Aib 2021-2025. Sono stati introdotti argomenti concernenti una serie di strumenti attivi di gestione e di prevenzione al contrasto del fenomeno, sempre più dilagante, degli incendi boschivi, che meritano ulteriore approfondimento da parte dei territori che noi rappresentiamo e pertanto ritengo doveroso e utile estendere i contenuti dell’incontro anche ai sindaci dei Comuni che ricadono nel comprensorio del Parco dei Monti Aurunci”.

“L’audizione con la Commissione Regionale – proseguono il sindaco Gianluca Taddeo e l’Assessore Zangrillo – è stata chiesta da alcune associazioni dell’area e ha fornito lo spunto per affrontare l’annoso problema degli incendi boschivi, ma soprattutto ha tenuto a coinvolgere e far dialogare tutti gli enti, le associazioni e gli operatori economici del mondo rurale, che vivono e animano le montagne, al fine di poter individuare esigenze e definire azioni volte a contrastare gli atti dolosi. L’intento è di incrementare e realizzare un coordinamento attivo e concreto per dar vita a percorsi condivisi con l’eventuale approvazione di delibere e di regolamenti che possano servire allo sviluppo del territorio. Un lavoro sinergico che deve coinvolgere tutti gli attori ricettivi che vivono la montagna, non solo con la prevenzione, ma anche con una corretta informazione”.

“I Monti Aurunci  – conclude l’assessore all’Ambiente Zangrillo – costituiscono uno straordinario patrimonio naturalistico, faunistico, botanico e paesaggistico, ma purtroppo non sono mai stati sufficientemente considerati in modo organico nel passato. L’impegno di noi amministratori è di non poter più trascurare e sottovalutare questo genere di problema e pertanto ho chiesto ai rappresentanti dei Comuni del comprensorio e alle associazioni del territorio un incontro, fissato lunedì 7 marzo, alle 10.30, nella Sala Sicurezza del Comune di Formia, per poter iniziare a condividere e affrontare questi argomenti, in maniera tale che tutti i rappresentanti degli enti fungano da parte attiva e propositiva all’indirizzo di tutti i partners istituzionali e gli stakeholder ricadenti nel territorio interessato”.