Formia: Delibera a contrasto degli incendi boschivi

Pubblicità

Nel Consiglio Comunale di giovedì scorso, all’unanimità, è stata approvata la delibera di indirizzo
per il contrasto agli incendi.
Esprimiamo soddisfazione per un percorso che ci ha visti impegnati in questi mesi e che abbiamo
sostenuto con grande convinzione.
Gli incendi che continuano a devastare le nostre montagne impongono a tutti noi di individuare
degli strumenti ulteriori, integrati con quelli già esistenti, che possano aiutare ad arginare
quest’annoso problema.
La delibera, che è frutto di un confronto con esperti del mondo agro-pastorale e allevatori,
propone un approccio basato sulla prevenzione degli incendi individuando soluzioni alternative,
sostenibili anche economicamente, con il necessario coinvolgimento di coloro che vivono e
lavorano in montagna, con particolare riferimento alla categoria degli allevatori, anche in
considerazione del fatto che la maggior parte degli incendi sono in gran parte dovuti al rinnovo
delle superfici per il pascolo.
In questa direzione si inserisce una delle proposte presenti nella delibera, ovvero il ricorso al
Fuoco Prescritto, “una tecnica di applicazione esperta ed autorizzata del fuoco su superfici
prestabilite per conseguire specifici obbiettivi gestionali e di prevenzione degli incendi boschivi”,
tecnica già praticata in altre zone d’Italia e negli altri Paesi Europei e prevista dal piano AIB del
Parco Naturale dei Monti Aurunci.
Anche la Regione Lazio sta studiando delle modifiche normative per renderla una pratica
sostenibile, anche sotto l’aspetto normativo. Per questo vogliamo ringraziare il Consigliere
Regionale del Partito Democratico Salvatore La Penna che ha preso l’impegno di risolvere tale
problematica.
La delibera, tra l’altro, prevede anche l’istituzione di Guardie Ecologiche Volontarie e l’utilizzo di
Vedette Volontarie, facendo ricorso anche a percettori di Reddito di Cittadinanza, che possano
collaborare con gli operatori della Protezione Civile nell’individuazione precoce dei focolai nei
luoghi non raggiunti dal sistema di telerilevamento, attualmente in funzione.
La lotta agli incendi boschivi è un’attività complessa, che non riguarda soltanto il Comune di
Formia ma coinvolge anche molti altri Comuni, Regione Lazio, Parchi Regionali e Comunità
Montana.
Non ci può essere un’unica soluzione, ma tante azioni e strumenti che gli enti territoriali in piena
sinergia tra loro possono introdurre per prevenire e contrastare questo fenomeno, che purtroppo
continua a devastare il nostro territorio.
L’approvazione di questa delibera è sicuramente un fatto importante, ma trattandosi di linee di
indirizzo, invitiamo il Sindaco Taddeo, anche per il prosieguo, a considerare prioritaria questa
problematica, mettendo in campo tutte quelle azioni necessarie per il raggiungimento degli
obiettivi prefissati.