Formia: Ritrovamento in località Rio Fresco ordigno bellico dell’ultimo conflitto. Riunione in Prefettura e brillamento in data 5 Maggio. Il Sindaco Emergenza ordigno bellico e una città coesa

Si è tenuta ieri una riunione  straordinaria in Prefettura tra: Amministratori, FF.OO,  Enti Locali, Istituzioni ecc. riguardo le procedure da attivare per fronteggiare l’emergenza del disinnesco della bomba di aereo, di fabbricazione inglese, risalente alla Seconda Guerra Mondiale, lunga un metro circa di circa 150 libre,  rinvenuta, all’interno di un cantiere edile in località Rio Fresco. 

Secondo quanto stato stabilito, l’ordigno sarà fatto brillare Domenica 5 Maggio all’interno della cava Cardi sita nel Comune di Itri sulla SS 7 Appia. E’ stato inoltre programmata l’evacuazione degli abitanti delle aree strettamente interessate. Infatti così esordisce sui Social il Sindaco di Forma: L’evacuazione durerà alcune ore, e riguarderà circa 16.000 residenti. Le aree interessate andranno dalla Villa Comunale a Villaggio del Sole, riguarderà la parte bassa della frazione di Maranola. Sin da oggi sarà nostra premura:

– mettere a disposizione alcuni canali ( numero cellulare, una mail, un numero fisso dedicato)di comunicazione dedicati all’emergenza perché tutti i cittadini sappiano in modo corretto le informazioni.

– con avvisi portati in ogni attività commerciale, parrocchia, sede associativa, scuola, centro anziani e condominio sarà nostra premura dare le informazioni corrette per cosa fare e come comportarsi il 5 maggio. con avvisi portati in ogni attività commerciale, parrocchia, sede associativa, scuola, centro anziani e condominio sarà nostra premura dare le informazioni corrette per cosa fare e come comportarsi il 5 maggio.

È la prima volta che la nostra città viene chiamata ad una evacuazione di tale portata, ma sono sicura che tutto sarà vissuto con serenità e senso di comunità. 

Una cosa mi preme sottolineare, che i nostri meravigliosi due lungomare, quello di Levante e quello di Ponente, il quartiere di Castellone così come le frazioni di Trivio e Castellonorato, non sono coinvolti dall’evacuazione, pertanto tutte le attività ricreative e di ristorazione di queste aree potranno mettere in campo tutte le loro potenzialità per accogliere e ospitare i concittadini coinvolti.

Formia è chiamata a rispondere ad una emergenza e come sempre risponderà alla grande! Le attività saranno coordinate dalla Prefettura e vedranno coinvolti la Provincia, il Comune di Formia, gli Artificieri dell’Esercito, i Vigili del Fuoco, le Forze di Polizia, la Capitaneria di Porto di Gaeta, l’Asl, l’Ares-118, i volontari messi a disposizione dall’Agenzia Regionale di protezione civile, la Croce Rossa, nonché i gestori dei servizi pubblici essenziali.

Inoltre, per permette di concludere al meglio le operazioni, sarà sospesa la circolazione stradale, ferroviaria  e marittima nell’area interessata dal raggio di impatto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.