Formia: Il Comune aderisce alla Rete Nazionale Italiana Eurodesk

Novità guardaci online in diretta!

Il Comune di Formia ha deciso di aderire alla Rete Nazionale Italiana Eurodesk con la tipologia di Antenna per la Mobilità Educativa Transazionale. Le principali attività dei servizi e degli strumenti fanno riferimento a tre settori: Europa, politiche per la gioventù e mobilità educativo-formativa. Un risultato importante che sarà raggiunto dall’amministrazione comunale nell’ambito della promozione, dell’orientamento e della progettazione sui programmi europei di interesse dei giovani.

“L’adesione alla rete eurodesk pone le basi per la costituzione e l’implementazione dello sportello Europa – sottolinea Alessandra Lardo, assessore alla Formazione, Integrazione, Politiche Giovanili, Sportello Europa e Digitalizzazione – Entro il 15 aprile l’adesione sarà formalizzata e operativa; saremo, quindi, l’unico Comune della provincia di Latina a farne parte ed è sicuramente un motivo di orgoglio. L’obiettivo è di rafforzare il flusso informativo verso gli stakeholder del territorio e di promuovere una più ampia partecipazione ai programmi e alle opportunità di mobilità educativo-formativa transnazionale dei giovani. Lo step successivo, che verrà implementato nel prossimo anno, sarà quello di sostenere lo sviluppo della progettazione locale sui fondi europei attraverso il supporto Eurodesk”.

Un modello di sviluppo che promuove un efficace raccordo con il territorio e con le altre reti europee di informazione ed assistenza, con lo scopo di raggiungere una forte sinergia tra i livelli europei, nazionali, regionali e locali nel settore delle politiche per la gioventù. I principali destinatari dei servizi erogati sono i giovani: studenti delle scuole e delle università, ricercatori, lavoratori, disoccupati o in cerca di prima occupazione, neet e volontari.

“L’attivazione dello sportello rappresenterà la prima attività di informazione, formazione e aggiornamento qualificati, aggiornati e continui sulle opportunità, sulle politiche e sui programmi dell’Unione europea in favore della gioventù, tramite anche la valorizzazione del tempo del personale dell’ente dedicato ai servizi di informazione, orientamento, consulenza per i giovani – prosegue soddisfatta l’assessore Lardo – Ed è per questo che ho proposto che l’attivazione dello sportello avvenga all’interno della biblioteca comunale che rappresenta un fervido centro di aggregazione dei giovani del nostro territorio”.