Formia: Inaugurate le nuove aule e i servizi igienici alla scuola primaria “G. Bosco” di Penitro

Nei giorni scorsi alla presenza del sindaco Gianluca Taddeo e dell’amministrazione comunale di Formia si è tenuta l’inaugurazione delle nuove aule e dei servizi igienici al pianoterra della scuola primaria “Giovanni Bosco” di Penitro. Alla cerimonia erano presenti, oltre al primo cittadino, il vice sindaco e assessore al Turismo Giovanni Valerio, l’assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione Fabio Papa e ai Lavori Pubblici Eleonora Zangrillo e i consiglieri comunali Marco Bianchini, Ilaria Benocci, Antonio Capraro, Stefano Ciccolella e Francesco Di Nitto.

Gli interventi di manutenzione e di sistemazione del plesso, avvenuti durante il periodo estivo per un costo di 30.000 euro, riguardano l’edificio che dispone quest’anno di 16 classi, di cui 6 di media e 10 di scuola elementare, e si sono resi necessari per garantire una disposizione completa e autonoma agli studenti, dopo che gli alunni delle due sezioni della scuola media erano stati ospitati temporaneamente dall’Istituto per Geometri “Bruno Tallini”, dove ora i locali non sono più disponibili in seguito all’incremento delle iscrizioni.

Un’altra opera portata a termine dall’amministrazione comunale, dopo l’inaugurazione recente della scuola primaria “Rialto” di Castellone. Legittima la soddisfazione del sindaco Gianluca Taddeo che ha tagliato il nastro insieme alla neo dirigente scolastica Immacolata Picone. “E’ una opportunità che abbiamo voluto dare alla comunità di Penitro risolvendo questa problematica che esisteva da anni – ha spiegato Taddeo – C’è stata una ulteriore suddivisione interna per ospitare le due sezioni della scuola media e adesso stiamo lavorando per recuperare anche lo spazio aperto con una tensostruttura per poter dare l’occasione ai ragazzi di poter trascorrere ore di svago e praticare attività sportive. C’è stata una calorosa accoglienza da parte degli alunni e delle insegnanti, questo certifica che abbiamo compiuto un ottimo lavoro e abbiamo dato loro la possibilità di proseguire con serenità e comodità questo anno di studi e di formazione”.

Il primo cittadino ha salutato l’arrivo della nuova dirigente scolastica Immacolata Picone: “E’ stata inoltre gradita l’occasione per dare il benvenuto alla professoressa Picone. Sia con lei che con gli altri dirigenti scolastici continueremo questa collaborazione perché la scuola è un tema fondamentale sul quale non dobbiamo essere distratti e avere la massima attenzione”.

Una giornata importante, come sottolineato anche dall’assessore ai Lavori Pubblici Eleonora Zangrillo: “Come amministrazione c’è stata questa iniziativa di creare delle classi distaccate della ‘Vitruvio Pollione’ di Formia centro. Le richieste erano tante e c’è stata anche l’esigenza della preside dell’Istituto Tecnico per Geometri ‘Tallini’ di liberare le aule per una serie di motivi. Le scuole rappresentano una nostra priorità. La situazione degli impianti a Formia sono precari, le strutture sono obsolete e necessitano di interventi di ristrutturazione, sebbene qualcuna è stata oggetto di intervento negli anni”.

Concetti ribaditi anche dagli assessori Fabio Papa (Cultura e Pubblica Istruzione) e Giovanni Valerio (Turismo).

“Ho constatato da subito la buona collaborazione degli enti locali – ha affermato la dirigente scolastica Immacolata Picone, originaria di Napoli – C’è tanto da fare, è un istituto ampio e complesso e deve diversificarsi sul territorio. Raggruppare diverse scuole in un unico edificio è un opportunità, non è soltanto un’esigenza architettonica, è una sostanza che riguarda la formazione e la verticalizzazione dell’istituto comprensivo. Per quel che riguarda l’edilizia scolastica agiremo sicuramente in accordo con il Comune e per quanto riguarda l’offerta formativa ho già una mia idea molto chiara, sullo sviluppo di questa scuola che merita tanto ed è un plesso di sicuro riferimento per il territorio di Formia”.

Nel corso della cerimonia gli alunni delle classi quinte della scuola primaria della “Giovanni Bosco” hanno “intervistato” il sindaco Gianluca Taddeo e la dirigente scolastica sui problemi della scuola, dando vita ad un podcast per la loro piccola webradio. Due alunne hanno piantumato una pianta di alloro quale augurio di cultura, potenza e gloria e insieme ad altri alunni delle classi quinte della primaria e prime della Scuola Secondaria hanno dato vita ad una coreografia musicale sulle note di “La dolce vita” di Fedez.

A chiudere la serie di attività le poesie ed i cartelloni di altri alunni sia di Scuola Primaria che Secondaria guidati da tutti i loro docenti, che per l’occasione si sono adoperati per la buona riuscita della manifestazione.

Pubblicità