Formia: La cittadinanza in attesa della sentenza del TAR su presunte irregolarità elettorali presentata dal Candidato a Sindaco Amato La Mura al termine del ballottaggio del 17 e 18 ottobre scorsi

Inammissibile e improcedibile. Gli avvocati Domenico Di Russo e Luca Scipione, difensori del Sindaco Taddeo nel collegio presieduto dal giudice Antonio Vinciguerra hanno definito il ricorso di La Mura inammissibile ed improcedibile per un presunto vizio di forma. Infatti secondo il parere dei difensori di Taddeo, il ricorso presentato dall’Aavvocato Fabrizio di La Mura si basa sulla presentazione in giudizio del Verbale del 19 ottobre 2021 di proclamazione del Sindaco, e non quello del 21 ottobre 2021 di convalida dell’elezione dei consiglieri comunali. L’improcedibilità e l’inammissibilità infatti, reggerebbero proprio su questi due punti. Diversa invece la posizione del difensore di La Mura che si affida a due irregolarità, in sostanza più pesanti, con l’intenzione di ribaltare l’esito del ballottaggio puntando l’occhio su19 dei 30 seggi elettorali. Irregolarità secondo l’Avvocato Fabrizio riscontrate, soprattutto presso due seggi: i numeri 18 (frazione di Maranola) e 22 (plesso del quartiere di San Giulio). Formulate le varie richieste ai Giudici Amministrativi, ora i cittadini di Formia non attendono altro che la pronuncia del Tar.