Formia: La Pollione non è un trofeo

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Strumentalizzare tutto e tutti, perfino il bene dei ragazzi, la scuola, le famiglie, la tranquillità.
Come consigliere di maggioranza, come componente e vicepresidente della commissione Scuola ed anche come insegnante mi sento toccata fortemente da questo gioco al massacro… Allo stato attuale si stanno ancora aspettando pareri idrogeologici dalla Regione, dopo di che si provvederà alla scelta definitiva, nei tempi giusti. Vero è che i tempi stringono e la ricostruzione in loco resta comunque il caposaldo, non possiamo certo perdere un’opportunità così importante come quella del finanziamento. Nel frattempo però c’è chi approfitta di questi tempi tecnici morti per racimolare consensi, farne spot politici, autoplocamarsi paladini di una battaglia inesistente. Quella della difesa ad oltranza della ricostruzione in loco. Si raccolgono firme, si terrorizzanoe famiglie, si fa leva sulle abitudini, sulle paure, ci si veste di panni che ora non servono, non sono utili. Cari colleghi consiglieri della Lega, posate gli  elmetti, riponete le bic sul taccuino perché non c’è nessuna battaglia, nessun nemico e nessun trofeo da alzare. Gli unici vincitori saranno gli studenti che a breve avranno la scuola nel luogo che favorisce maggiormente il mondo scolastico e non le fazioni politiche. Vi chiedo un passo indietro, noi dobbiamo farci da parte, perché vengono sempre prima loro, gli studenti!
Consigliere Emanuela Sansivero

le3cshop.com