FORMIA – “La sfida dei cincilli”, in teatro per insegnare ai bambini come si gestisce il denaro

Sensibilizzare ed educare ad un uso responsabile e consapevole del denaro. Questo l’obiettivo de “La sfida dei cincilli” lo spettacolo teatrale in programma il 24 e 25 luglio alle ore 21 presso la Villa Comunale, promosso dall’Amministrazione con la collaborazione dello sportello comunale antiusura. In caso di pioggia, lo stesso si terrà presso la sala Falcone e Borsellino in piazza Marconi (ex Officine Culturale).

Liberamente tratto dalla fiaba di Lidia Laffranchini, “La sfida dei cincilli” racconta la storia di cinque giovani scoiattoli che , attraversando un bosco pieno di tentazioni (la Valle dell’Oro), devono dimostrare di saper “spendere” bene i loro cinque cincilli (monetine), sperimentando sulla loro pelle  cosa siano lo sperpero, l’avidità, il gioco d’azzardo, il risparmio, il prestito e la generosità. Il linguaggio comico e accattivante sa attirare l’interesse dei bambini a cui saranno distribuiti fumetti relativi alla storia narrata.

Lo spettacolo, nato in collaborazione con la Federconsumatori Brescia, mira a prevenire l’analfabetismo finanziario, giudicato da Bankitalia come una vera e propria emergenza nazionale.

“Lo spettacolo teatrale – commentano la Delegata alla Legalità del Comune di Formia, Patrizia Menanno e la Responsabile dello Sportello antiusura, Veronica Fedele – è altamente educativo. Prodotto dalla compagnia ‘Ossigeno teatro’, ha riscosso grande successo in altre regioni d’Italia. L’usura e il sovraindebitamento, fenomeni sempre più dilaganti anche nel nostro territorio, si combattono apprezzando il valore del denaro e quindi sviluppando con esso un rapporto corretto attraverso la progressiva acquisizione di competenze sui meccanismi per gestirlo. Il modo più consapevole e sicuro per gestire il proprio futuro”.