FORMIA – Laziomar, tavolo tecnico in Comune. Il porto di Formia cambia volto. Bartolomeo: “Una grande occasione”

Una nuova logistica, con l’attracco per traghetti e aliscafi trasferito dal Molo Azzurra alla banchina Vespucci; una flotta rinnovata, una stazione marittima finalmente in procinto di aprire ed una sede amministrativa che da Napoli verrà trasferita a Formia per avvicinarsi ai bisogni del territorio. La nuova geografia del porto di Formia è stata discussa e definita nel corso di un incontro che il sindaco Sandro Bartolomeo ha avuto con Laziomar, Regione, Ufficio Locale Marittimo e dirigente del settore Opere Pubbliche del Comune. Erano presenti al tavolo col sindaco: Maria Terenzi, presidente Laziomar; Emanuele D’Abundo, amministratore della Medmar in rappresentanza della “Compagnia laziale di navigazione srl” (newco aggiudicataria della gara indetta dalla Regione Lazio per l’acquisizione di Laziomar); Michele Lauro, comandante civile della compagnia marittima; Antonio Corrado, comandante dell’Ufficio Locale Marittimo di Formia; l’architetto Roberto Fiorelli, dirigente all’area “Porti e Trasporto Marittimo” della Regione Lazio e il dirigente delle Opere Pubbliche del Comune di Formia Marilena Terreri.

Sul tavolo la ridefinizione della piattaforma logistica e infrastrutturale del porto di Formia. Dopo i lavori di adeguamento già effettuati alla banchina e altri piccoli interventi ancora da realizzare sugli scivoli, il molo Vespucci potrà finalmente ospitare i traghetti e gli aliscafi che svolgono i servizi di collegamento marittimo con le isole ponziane. L’altezza della banchina è congrua, si è esaminata la logistica relativa a carico e scarico delle merci. A breve sarà inoltre disponibile la stazione marittima (superati gli ultimi intoppi, grazie al lavoro degli uffici Urbanistica e Opere Pubbliche) che ospiterà al suo interno gli sportelli della Laziomar. La società si è detta anche disponibile a trasferire a Formia la sede amministrativa.

Il Sindaco ha anche chiesto chiarimenti sullo stato della flotta impiegata nel servizio. La Laziomar ha promesso nuovi mezzi e confermato la dislocazione sulla tratta del traghetto-catamarano “Aldebaran”. Il collegamento rapido con le isole sarà espletato da nuove motonavi veloci che potranno contenere fino a 400 passeggeri.

“Lavoreremo con impegno – fa sapere il sindaco Sandro Bartolomeo -, affinché lo spostamento sia operativo dalla prossima stagione estiva”. Venerdì 14 si terrà un nuovo incontro alla presenza del comandante Nicastro della Capitaneria di Porto di Gaeta, l’Ufficio demanio industriale e l’Ufficio Sicurezza della Navigazione. Entro un anno sarà trasferita anche la sede amministrativa. “E’ una grande opportunità di sviluppo – conclude Bartolomeo -. La banchina Vespucci è una location importante, vicina al centro, dotata di un grande parcheggio e del capolinea della Cotral. Formia deve ricominciare a puntare sull’economia del mare”.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo