FORMIA – “Questi ed altri fantasmi”, il 27, 28 e 29 dicembre al teatro “Remigio Paone”

Il 27-28-29 dicembre alle ore 20.30 presso il teatro “Remigio Paone” andrà in scena la commedia “Questi ed altri fantasmi”, riadattamento del capolavoro di Eduardo curato dal regista e attore Enzo Scipione messo in scena dall’associazione “Teatrarte”. L’evento è inserito nel calendario di appuntamenti promossi dall’Amministrazione comunale per le festività natalizie.
Il protagonista della commedia, Pasquale Lojacono (interpretato da Enzo Scipione, responsabile anche della regia e dell’adattamento del testo teatrale), riceve da un ricco signore un grande appartamento seicentesco e la possibilità di poterci vivere gratuitamente per cinque anni. E’ l’occasione per vivere serenamente, dopo un’esistenza trascorsa tra sofferenze e lavori saltuari. E’ soprattutto, l’opportunità di una vita migliore per sua moglie Maria, di molti anni più giovane di lui. Il portinaio, Raffaele, convince Lo Jacono dell’esistenza dei fantasmi e approfittando della situazione economica, per ripagare i debiti accumulati dal marito, costringe la moglie di Pasquale Maria a prostituirsi.
Una farsa napoletana con dialoghi e monologhi dai contenuti ironici e comici. Nel solco del capoluogo eduardiano il regista Enzo Scipione introduce i fantasmi del ventesimo secolo. E’ questo l’interrogativo che accompagna l’intera commedia: quali sono gli spettri della società di oggi? L’attualità porta a considerarci fantasmi di noi stessi: gli alcolizzati, i ludopatici, chi nasconde la propria sessualità o conduce una doppia vita di coppia fino ad arrivare ai tanti fantasmi delle guerre che noi fantasmi ignoriamo.
Prevalgono i monologhi o i dialoghi che rendono viva la trama. Come Eduardo de Filippo anche il regista Enzo Scipione classifica i suoi personaggi, qualificandoli come anime. Pasquale (Enzo Scipione) è l’anima in pena, Maria (Barbara Paparone) l’anima perduta, Raffaele (Nicola Marrone) l’anima nera, Alfredo (Umberto Maria Sasso) l’anima irrequieta, Cesira (Federica Di Tucci) l’anima castigata, Armida (Martina Todaro) l’anima dannata, Cristian Rea, Domenico Apicella “anime insignificanti”, Natalia Todaro, Lucrezia Scipione, Alice Todaro, Maria Grazia Marrone, Rebecca Scipione, “anime sacrificate”
Il trucco di scena è affidato Domenico Apicella, scenografia Enzo Scipione, tecnico audio luci Giulio Marrone.
“Tutti noi – scrive il regista – siamo anime in pena, alla ricerca della felicità. Ci illudiamo che questa possa arrivare, come se cadesse dal cielo. La accettiamo anche da chi proprio la nostra felicità non la desidera o comunque non gli interessa”.
La prima martedì 27 dicembre. Si replica mercoledì 28 e giovedì 29, sempre con orario di inizio alle ore 20.30. Contributo per l’associazione: 7 euro. {CAPTION}

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo