Formia solo un pari a Morolo. Un’occasione persa, ma solo a metà.

SPORT: Altro rammarico in casa biancazzurra, se la sensazione predominante è quella di aver perso altri 2 punti per strada, la realtà degli obiettivi stagionali può dire invece, bene così, un altro passo verso la salvezza è stato fatto ed in trasferta.

Un Formia che parte con Emanuele Damiano (classe 2000) tra i pali al posto dell’infortunato Scognamiglio, e con il ritorno in difesa del duo Baleotto-Vitale e con Centra al posto di Leccese in linea mediana.

Pronti-via, è subito Formia che imbastisce trame di gioco a ritmi alti, il Morolo è costretto a difendersi nel primo quarto d’ora, poi le occasioni principali del primo tempo sono per i biancazzurri. Alla mezz’ora Sandro Carfora, s’invola sulla destra fa secchi due avversari e a tutta velocità si dirge verso il portiere, lo dribbla e sbilanciato tira verso la porta vuota, un tiro purtroppo debole salvato da Lisi sulla linea e spedito in calcio d’angolo. Al minuto 38 è Zaccaro a provare una delle sue magie, su un cross di Sellitti il bomber biancazzurro si alza in rovesciata, ottimo l’impatto con il pallone indirizzato all’angolino basso e il miracolo di Fiorini che si stende in tutta la sua lunghezza a deviare ancora in angolo.

Sul finire del primo tempo ci prova anche il Morolo, un tiro cross di Pellino trova un ottimo Damiano che devia in tuffo in angolo. Primi 45 minuti finiscono 0 a 0.

Inizia la ripresa ed è ancora il Formia che spinge. Al 58esimo Sellitti si procura una punizione dai 25 metri, vertice sinistro dell’area di rigore del Morolo, sul pallone va Gaetano Maggino che disegna una magica traiettoria precisa a fil di palo, su cui stavolta Fiorini non può nulla. E’ 0 a 1.

I ragazzi di Rosolino sembrano gestire bene e con tranquillità, ma ecco che arriva la doccia fredda dopo 6 minuti. Baleotto e Damiano non si capiscono, il difensore lascia il pallone in attesa dell’uscita del compagno portiere che non arriva. Arriva invece D’Alessandris che si inserisce e beffa Damiano per l’1 a 1. Ma non finisce qui, perchè due minuti più tardi Maggino ribalta una partita che si era messa in discesa. Sotto gli occhi dell’arbitro, rifila una gomitata ad un avversario, espulsione diretta per lui e Formia in 10.

Mister Rosolino effettua subito un cambio, Cavezza per Sellitti e sarà proprio Cavezza a mettere dentro un pallone su cui Zaccarro realizza un tiro capolavoro di destro al volo, indirizzato all’angolo alto ma ancora Fiorini con un miracolo devierà in angolo. Il Formia non rinuncia ad attaccare se pur in 10, mentre il Morolo si difende in blocco e tenta ripartenze sterili. Rosolino butta dentro anche Di Florio per uno Zaccaro stremato. Ma alla fine saranno i padroni di casa a sfiorare il colpaccio, quando a tempo scaduto, una punizione dal limite di Santarelli s’infrange sulla traversa finendo poi fuori.

Finisce 1 a 1, per un punto che racchiude rammarico da una parte e un piccolo passo avanti dall’altra.

MOROLO: Fiorini, Piscopo, Lemma, Capuano (42’ st Antinori), Lisi, Casalese, Minnucci (21’ st Colò), Vezzoli, Pazienza (5’ st Santarelli), D’Alessandris, Pellino. A disp.: Mariosi, Vietti, Nardi, De Santis. All.: Campolo.

FORMIA: Damiano, Carginale, Vitale, Volpe, Baleotto, Castiglione, Carfora, Centra, Zaccaro (44’ st Di Florio), Maggino, Sellitti (24’ st Cavezza). A disp.: Scognamiglio, Scariati, Avallone, Leccese, Coppola. All.: Rosolino.

Arbitro: Felici di Aprilia (Librale-Dante)

Reti: 9’ st Maggino (F), 16’ st D’Alessandris (M)

Note: al 17’st espulso Maggino (F) per gioco falloso;

ammoniti Capuano, Lisi, Casalese, Minnucci, Pellino (M), Centra, Vitale (F);

recupero 1’pt, 5’st

Comunicato Stampa

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo