Formia: Successo a Formia per la terza edizione del Premio “Remigio Paone”

Il Paese delle meraviglie a Minturno


“Abbiamo scelto con decisione di sostenere il Premio Remigio Paone con l’obiettivo di abbinarlo al Festival della Commedia Italiana, creando così un connubio speciale che sappia portare tutto l’anno Formia agli onori delle cronache nazionali attraverso la presenza sul nostro territorio di quel mondo dello spettacolo che manca appunto dai tempi del nostro illustre concittadino Remigio Paone”. L’assessore al Turismo, Kristian Franzini, ha sottolineato il successo e la cassa di risonanza sul piano mediatico della rassegna nazionale della terza edizione del premio “Remigio Paone”, ispirata ad uno dei maggiori registi, produttori e direttore teatrale di spicco del secolo scorso che, con le sue indimenticabili feste alla “Caravella” fece di Formia un cuore vivo e pulsante, frequentata, grazie a lui, da personaggi del calibro di Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Totò e Renato Rascel.

La serata finale nella suggestiva cornice del Grande Albergo Miramare di Formia è stata impreziosita dalla presenza di prestigiosi nomi afferenti diversi ambiti, a partire dallo spettacolo, dalla cultura, al cinema, alla scienza, all’impegno sociale e al lavoro. Il direttore artistico, Gaetano Cerrito, con un lavoro costante e professionale, è riuscito ancora una volta ad avere la presenza di nomi di spicco insieme ad Augusto Ciccolella, ideatore e produttore in qualità di presidente dell’associazione “La Magica”. A premiare l’impegno e la passione di Cerrito e Ciccolella il sindaco di Formia, Paola Villa, accompagnata dall’assessore al Turismo, Kristian Franzini e dal presidente del Consiglio, Pasquale Di Gabriele.

Un crescendo di forti emozioni e momenti indimenticabili che hanno visto alternarsi sul palco personaggi noti del panorama televisivo come Enrica Bonaccorti, Andrea Roncato, Daniela Poggi, Massimiliano Gallo, la francese Martine Brochard, Gabriele Marconi, il conduttore Giuseppe Giorgio e il presidente della giuria, Luigi Caramiello. Tra i formiani premiati due personaggi che stanno portando in alto il nome della città: Marta Aceto, programmista, regista e produttrice Rai fiction e Filippo Di Maio, direttore della banda musicale “Città di Formia”. Il premio speciale della terza edizione è stato conferito dal sindaco, Paola Villa ai lavoratori della Whirpool di Napoli, simboli di lotta e di speranza per il riscatto del lavoro nel sud Italia nella persona dell’operaia Annamaria Zenna. A battezzare l’evento la madrina del Premio, Elena De Curtis, nipote del grande Totò e Marò Paone, nipote di Remigio Paone. Giovanni Simione è stato il pittore incisore del premio, che ha avuto altri ospiti come il procuratore della Repubblica di Isernia, Carlo Fucci, il segretario nazionale ANA, Marrigo Rosato, il presidente della Pro Loco Formia Renato Lombardi, la Presidente della FIDAPA Mariella Saponaro.

Una edizione che continuerà con altri due significativi momenti: il 19 gennaio alle 19:00 l’appuntamento sarà presso l’officina culturale “Falcone Borsellino” per il musical “Le Luci della Ribalta”, realizzato dalla direttrice artistica, Giuliana Guttoriello dell’accademia Arti in movimento e ispirato alle feste che si tenevano alla Caravella, la villa appartenuta proprio a Remigio Paone. Infine il 6 febbraio alle 20.30 al Multisala del Mare, i maestri Sandro Parente ed Enrico Capuano (ha condotto e suonato per ben cinque volte al concerto del 1° maggio a Piazza San Giovanni a Roma) porteranno in scena un concerto di “Tamurriata rock” con l’orchestra “La scatola del vento”.

le3cshop.com