FORMIA – Tares, il Sindaco incontra i commercianti

Il primo cittadino, pur comprendendo le difficoltà in particolare di alcune categorie di operatori commerciali e non solo, ha proposto alle sigle del commercio presenti un incontro da tenersi a livello provinciale con i Sindaci di tutti i comuni che hanno applicato la Tares (tutti i comuni principali della provincia) affinché si arrivi a un’azione concordata che porti il governo a modificare la modalità di calcolo della tariffa. Infatti, alla luce di raffronti con i Comuni più importanti della provincia, si è dimostrato come il Comune di Formia abbia avuto in molti casi aumenti inferiori e come quindi il problema riguardi complessivamente la natura di questo tributo che, restando com’è, non può che portare ad aumenti considerevoli. Un altro canale che vedrà l’amministrazione impegnata da subito è quello della lotta all’evasione. Quest’ultima, ha chiarito il Sindaco, potrà portare nelle casse del Comune i flussi finanziari necessari per consentire un’attenuazione della tassa. Pagare tutti per pagare meno. Il passaggio ad una gestione pubblica diretta consentirà poi di eliminare l’aggio attualmente pagato alla società Latina Ambiente, non inferiore a 500 mila euro l’anno (il sindaco ha ricordato come tale affidamento sia avvenuto senza alcuna gara da parte precedente amministrazione). Gli assessori al ramo e i funzionari del settore finanziario si sono detti poi disponibili a confrontarsi da subito con un rappresentante delle associazioni commerciali affinché si trovino nella formulazione del bilancio 2014 tutti gli accorgimenti necessari atti a temperare gli effetti della tassa.