FORMIA – “Un viaggio nel tempo: il potere del denaro nell’arte e nella storia”. Parte domenica 12 la settimana di incontri alla torre di Mola

FormiaParte domenica 12 ottobre alla torre di Mola “Un viaggio nel tempo: il potere del denaro nell’arte e nella storia”, la settimana di incontri e laboratori didattici promossa dal Comune di Formia in collaborazione con lo Sportello Comunale Antiusura. L’iniziativa, inserita nel Progetto Regionale Antiusura “Amico Giusto”, mira ad educare studenti, famiglie ed adulti ad un uso consapevole del denaro e alla conoscenza del sistema bancario, attraverso lo studio delle sue evoluzioni nel tempo.

Punto di riferimento è la mostra “Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità” tenutasi presso il Palazzo Strozzi di Firenze, curata da Ludovica Sebregondi e Tim Parks.

“Un viaggio nel tempo: il potere del denaro nell’arte e nella storia” ripercorre l’“avventura” degli scambi commerciali e la nascita del sistema bancario, in una chiave di lettura assolutamente originale che mira a capire l’oggi attraverso l’approfondimento del significato di parole quali cambio, prestito, usura, commercio e bancarotta.

Da domenica 12 a domenica 19 operatrici specializzate terranno incontri e laboratori didattici rivolti a scuole e famiglie. Con l’ausilio di immagini dei più importanti artisti del Rinascimento, dal Beato Angelico a Sandro Botticelli, sarà descritta e illustrata la vita e l’economia, del territorio oggi europeo, dal Medioevo al Rinascimento. Vengono affrontati argomenti come: Usura; Arte del cambio; Commercio internazionale: viaggi e merci; Leggi suntuarie; Banchieri e investimenti in arte per trasformare il Denaro in Bellezza. Nel laboratorio appositamente attrezzato, le classi delle primarie e secondarie di primo grado, affascinate da immagini e colori, potranno, attraverso il gioco, capire la storia del denaro e partire in Un viaggio con il mercante o Costruire una bottega del cambio.

Sabato 18 ottobre alle ore 16 presso la Torre di Mola si terrà l’incontro con la professoressa Ludovica Sebregondi. L’intervento racconterà la genesi della mostra Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità (Firenze, Palazzo Strozzi, 2011-2012), e il pensiero che ha portato alla sua realizzazione. Si soffermerà poi sul significato della sezione dedicata all’usura e sullo sviluppo di questo concetto nella cultura e nella pratica. Con l’ausilio di immagini verrà raccontata questa storia che ha coinvolto e coinvolge profondamente la società fino a oggi.

Info e prenotazioni alla torre di Mola.