FORUM UNIVERSALE DELLE CULTURE A CASERTA.

20140412_164026 (800x600)Si è svolta presso la Sala Consiliare del Comune di Caserta presentazione delle iniziative previste in città per la IVedizione del Forum Universale delle Culture. Con il sindaco Pio Del Gaudio, l’assessore regionale alla Promozione Culturale Caterina Miraglia e l’assessore comunale al Turismo e Marketing territoriale Pasquale Napoletano, sono intervenuti i curatori delle attività della manifestazione che si svolgeranno al Belvedere di San Leucio e nella Reggia vanvitelliana: il professor Paolo Macry per il ciclo “Città in movimento, Geopolitica, culture e diritti dei migranti” ed il professor Domenico De Masi per “Cultura e Sviluppo. Il modello campano 2014-2020”. Caserta ospiterà anche “The city we need”, programma a cura di Un-Habitat, l’Agenzia delle Nazioni Unite per gli Insiedamenti Umani per il programma. “Il Forum è per Caserta una occasione importantissima di richiamo internazionale – ha spiegato il sindaco Del Gaudio – che nei giorni scorsi ho paragonato, senza timore di essere smentito, al G7 svoltosi in città nel 1994. Con la Regione si è creata un’ottima sinergia che ci permetterà di realizzare una significativa iniziativa in città con l’illuminazione di piazza Carlo III e della facciata della Reggia”. Per l’assessore regionale Miraglia “il programma del Forum comprova che la politica della Regione non è affatto napolicentrica, anzi. Caserta ne è la dimostrazione, anche dal punto di vista della suddivisione dei fondi appostati per le diverse città. Una opportunità straordinaria – ha aggiunto Miraglia – per valorizzare due siti meravigliosi come il Belvedere di San Leucio e  la Reggia, spesso maltrattati e mortificati anche dai media. Caserta e l’intera Campania devono contrastare quell’intollerabile cantilena che ci ritrae incapaci di organizzare eventi di rilievo, se non addirittura capaci di distruggere ciò che abbiamo”. Dopo le presentazioni di due dei tre cicli di eventi a cura del professor Macry e del professor De Masi, l’assessore Napoletano ha concluso l’incontro invitando “tutte le istituzioni e gli enti coinvolti, ma anche tutte le categorie legate all’ospitalità e al turismo a lavorare insieme uniti per la perfetta riuscita della manifestazione, occasione irripetibile per trasformare un patrimonio immateriale come la cultura in un concreto afflusso di visitatori per una città a vocazione turistica come la nostra”. Il Forum delle Culture, ideato dalla Fundaciòn Universal de les Cultures di Barcellona, si svolge per la prima volta in Italia e quest’anno avrà luogo nei siti UNESCO della Campania. L’obiettivo è stimolare l’attenzione sui temi del dialogo tra popoli, culture, lingue e religioni diverse nonché dello sviluppo umano, sostenibile e pacifico.