Fratelli d’Italia e Minturno Domani invocano la videosorveglianza

Visti i numerosi furti che si sono verificati negli ultimi giorni e la preoccupazione manifestata da numerosi cittadini, il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia e di Minturno Domani, nelle persone dell’Avv. Giuseppe D’Amici, dell’arch. Francesco Larocca e di Barbara Sardelli, sollecitano l’amministrazione comunale ad avviare la procedura per la stipula di convenzioni con i privati e con le associazioni di categoria per l’istallazione di telecamere che consentano di trasmettere i dati direttamente alla Polizia Municipale e ad altre autorità di polizia.  In questo modo le aziende, i negozi, le associazioni di categoria, i condomini, o semplici cittadini che installino sistemi di videosorveglianza privati possono cedere la gestione delle immagini dei loro impianti alla Polizia Municipale (o altre forze di polizia locali), estendendo nei fatti la possibilità di ripresa agli spazi pubblici circostanti la loro proprietà.“La legge n. 48 del 2017, ricordano i suddetti consiglieri – il cui obiettivo è potenziare l’intervento degli enti territoriali e delle forze di polizia nella lotta al degrado delle aree urbane, ha qualificato la videosorveglianza urbana come mezzo di tutela del decoro cittadino e della prevenzione della criminalità”.I medesimi consiglieri, poi, ricordano che la legge 18/04/2017 n. 48 ha previsto, già a decorrere dall’anno 2018, che i Comuni possono deliberare detrazioni dall’IMU o dalla TASI in favore dei soggetti privati che si facciano carico di quote dei costi di investimento, gestione e manutenzione dei sistemi di videosorveglianza realizzati in base ai patti o accordi stipulati.E, infatti, al perseguimento proprio dell’obiettivo di rendere più sicure le nostre città, possono partecipare, intervenendo nei richiamati “patti per l’attuazione della sicurezza urbana”, non solo soggetti pubblici ma anche soggetti privati, contribuendo dal punto di vista logistico -strumentale.“Sono sicuro, continua il consigliere di opposizione Pino D’Amici, che il Sindaco pro tempore, che è molto attento alle tematiche del decoro urbano, della sicurezza e della videosorveglianza, si farà parte diligente per portare avanti la proposta avanzata, anche in considerazione della circostanza che i dati acquisiti dagli altri comuni che hanno avviato il progetto, già nell’anno 2018, dimostrano una riduzione dei furti, delle attività di spaccio di sostanze stupefacenti e un miglioramento del decoro urbano rispetto agli anni precedenti.”